Vai al contenuto

Google lancia la funzione per ritrovare i cellulari smarriti

Pubblicato: 09/04/2024 14:23

Google lancia l’applicazione per ritrovare i cellulari smarriti. Si chiama Find my device e servirà soprattutto gli smartphone Android, perché l’applicazione Apple era già operativa da anni. L’azienda di Mountain View permetterà, dunque, di ritrovare i telefoni scomparsi anche senza geolocalizzazione impostata. La tecnologia sarà disponibile anche sui tracciatori Bluetooh da attaccare a chiavi, portafogli e valigie.
Leggi anche: Bonus mamme lavoratrici 2024: ecco a chi arriva a maggio in busta paga con gli arretrati

Rintracciare i cellulari persi

Find my device traccerà gli smartphone e tutti i tracciatori attaccati a oggetti di uso quotidiano come chiavi o portafoglio. Finora, soltanto i possessori di un iPhone potevano rintracciare il proprio dispositivo con la funzionalità Trova dispositivi. Adesso, però, Google ha deciso di collaborare con Android per realizzare questo servizio anche per i sistemi operativi Android.
Leggi anche: Meteo, arrivano temporali e grandine: in quali regioni e quanto dureranno

Find my device funzionerà sia dentro che fuori casa. Per ora potranno usarlo solo gli utenti statunitensi e canadesi, ma presto dovrebbe sbarcare anche in Europa.

Come funziona Find my device

Con il nuovo servizio Google, si potranno localizzare tutti gli smartphone aggiornati almeno con Android 9, rilasciato nel 2018. Basterà associare il proprio dispositivo all’account Google e poi scaricare l’app Find my device per connettere il telefono al servizio.

Una volta attivata l’opzione, si potrà scegliere fra permettere al dispositivo di farsi trovare solo attraverso l’ultima posizione registrata online, oppure di far parte del network di telefoni connessi al servizio. In quest’ultimo caso, tutti i telefoni che avranno aderito al Find my device registreranno le posizioni reciproche grazie al Bluetooth. Se un cellulare risulta perso in giro, ci saranno tutti gli altri a indicare su una mappa dove si trova.

A essere avvantaggiati sono ovviamente gli smartphone di marca Google. Il Pixel 8, infatti, potrà essere localizzato anche se la batteria è totalmente scarica.

Non solo cellulari smarriti

Non servirà solo rintracciare il telefono scomparso, ma anche tutti quegli oggetti che nella vita quotidiana ci fanno perdere tempo proprio quando tempo non ne abbiamo: il portafoglio e le chiavi. Find my device da maggio sarà integrato ai piccoli tracciatori Bluetooth di Chipolo e Pebblebee.

Bisognerà chiedere all’app di Google di rintracciare tracker per avere delle indicazioni su quanto siamo vicini agli oggetti che abbiamo smarrito. L’app ci dirà se il dispositivo è vicino o addirittura vicinissimo. In alternativa, se si possiedono dispositivi di domotica Google Nest, Find my device saprà dirci vicino a quale di questi è stato rilevato l’ultima volta.

Continua a leggere su TheSocialPost.it

Ultimo Aggiornamento: 09/04/2024 16:29