Vai al contenuto

Quattro turisti italiani arrestati per stupro di gruppo a Maiorca

Pubblicato: 09/04/2024 16:22

Quattro turisti italiani sono stati arrestati per violenza di gruppo contro una giovane a Playa de Palma, a Palma di Maiorca. È quanto si apprende da fonti della polizia. I fatti risalgono all’alba di domenica, tra le 2 e le 6 del mattino, secondo il racconto della vittima alla polizia.

La ragazza abusata, di origini brasiliane, avrebbe conosciuto uno dei turisti e acconsentito a seguirlo nel suo appartamento a Playa de Palma, nell’isola delle Baleari. Lì avrebbe trovato altri tre italiani che l’avrebbero sottoposta a una violenza di gruppo. Prima di fuggire, la donna sarebbe riuscita a prendere il passaporto di uno degli aggressori per denunciare la violenza subita a un commissariato di Palma di Maiorca.

Tutti gli arrestati, che hanno tra i 24 e i 27 anni, sono stati interrogati dall’autorità giudiziaria, segnalano alla polizia. Secondo fonti giuridiche citate da media iberici, tra cui Ultima Hora, davanti al magistrato i quattro avrebbero risposto solo alle domande del loro avvocato negando la violenza di gruppo, come già avevano fatto due dei fermati davanti alla polizia. 
Leggi anche: Tappezza il quartiere con foto intime e il numero della sua ex: una passante avvisa la vittima

La terribile violenza

I quattro, secondo le accuse, avrebbero immobilizzato la ragazza e costretta a subire atti sessuali.
La presunta vittima prima di fuggire è riuscita a impossessarsi di nascosto del passaporto di uno dei quattro. Con il documento in suo possesso, ha raggiunto in taxi la stazione polizia, dove ha spiegato l’accaduto e ha sporto denuncia sui fatti.

I militari hanno raggiunto i quattro turisti italiani e sono riusciti a fermarli prima che lasciassero l’isola. Il giudice ha decretato la custodia cautelare senza cauzione e senza notifica. Dato il rischio di fuga, la Corte ha deciso di tenerli in custodia mentre la denuncia continua ad essere esaminata nei tribunali dell’isola.  Quando gli agenti hanno raggiunto l’abitazione, i quattro hanno acconsentito alla perquisizione delle forze dell’ordine, che hanno ispezionato le stanze per cercare i segni della presunta violenza e hanno effettuato i test del dna.
Leggi anche: Uccide la compagna e si toglie la vita a Lonato: potrebbe averla sedata prima dell’omicidio

Continua a leggere su TheSocialPost.it