Vai al contenuto

Invasione di mosche carnivore in Costa Rica: dichiarato lo stato di emergenza

Pubblicato: 10/04/2024 12:48

Invasione di mosche carnivore: dichiarato lo stato di emergenza in Costa Rica. Questa particolare specie di insetti, oltre a provocare la morte di bestiame e animali domestici, causa anche un’infezione umana, la prima in assoluto nel Paese centroamericano.

L’invasione di mosche carnivore

Questi insetti, conosciuti in inglese come mosche del Nuovo Mondo, vermi-vite o addirittura come mosche assassine, depositano le uova nelle ferite aperte dei mammiferi vivi, esseri umani compresi. Talvolta infettano anche gli uccelli e per la deposizione possono sfruttare anche negli orifizi. Le loro uova (da 100 a 400) si schiudono nelle ferite e ne fuoriescono larve che si nutrono della carne degli ospiti, favorendo l’invasione di altri parassiti, necrosi dei tessuti, gravi infezioni – chiamate miasi – e potenzialmente anche la morte.

Queste mosche sono originarie del continente americano e danno ciclicamente vita a pericolose invasioni. Il loro ritorno in Costa Rica, che ha coinvolto la specie Cochliomyia hominivorax (la più pericolosa delle quattro conosciute), era stato registrato durante l’estate dello scorso anno, con diverse infezioni rilevate in capi di allevamento, tra i principali bersagli delle mosche carnivore. Nonostante i tentativi delle autorità per arginarne la diffusione, la popolazione ha continuato a espandersi fino all’infezione dell’uomo riscontrata lo scorso marzo, che ha spinto il governo a dichiarare lo stato di emergenza nazionale.

Come indicato dal TheTicoTimes, un quotidiano locale, la persona colpita è un residente della zona di Altamira de Pavones, che è stato ricoverato per una ferita presso l’ospedale di Ciudad Neilly. I test eseguiti presso il laboratorio Lanaseve hanno riscontrato la presenza delle larve della mosca carnivora, confermando così il primo caso umano del Paese. Il ministero della Salute e il Senasa (Servizio Nazionale della Salute Animale) hanno immediatamente annunciato l’attuazione di un protocollo ancor più intenso per contrastare la diffusione di queste mosche. Anche gli Stati Uniti stanno collaborando alla lotta delle mosche carnivore.

“L’infezione da verme-vite, causata dalle larve della mosca, rappresenta un grave problema per la salute poiché può colpire sia gli esseri umani che gli animali. I sintomi si manifestano tipicamente come lesioni cutanee dolorose con secrezione di liquidi, che indicano la presenza di larve sotto la pelle. Il trattamento prevede la rimozione chirurgica delle larve, seguita da una meticolosa cura locale per prevenire infezioni secondarie”, ha sottolineato in un comunicato stampa il ministero della Salute del Costa Rica.

Continua a leggere su TheSocialPost.it