Vai al contenuto

Addio a Calvin LeBrun, Dj Mister Cee: fu lui a scoprire Notorius B.I.G.

Pubblicato: 11/04/2024 16:47

Il mondo dell’hip hop piange la scomparsa di una delle sue figure più iconiche: Calvin LeBrun, noto come Mister Cee, è venuto a mancare all’età di 57 anni. La notizia è stata annunciata dalla stazione hip-hop Hot 97, dove Mister Cee ha lasciato un’impronta indelebile con la sua musica e la sua personalità uniche.

Con un messaggio commosso, Hot 97 ha dichiarato: “Come famiglia di HOT 97 e WBLS, siamo profondamente rattristati dalla scomparsa del nostro amato signor Cee. Non era solo un DJ; era un pilastro delle nostre stazioni, portando gioia a innumerevoli ascoltatori con i suoi leggendari set Throwback at Noon e Friday Night Live”.

Le cause della sua morte non sono ancora state rese pubbliche, ma il vuoto lasciato da Mister Cee nel panorama dell’hip hop è profondo e tangibile. Nato a Brooklyn, Mister Cee è stato una figura chiave nell’evoluzione della musica rap, sia come DJ che come produttore.

La sua carriera è stata segnata da momenti epocali, tra cui il suo contributo al debut album di Big Daddy Kane, “Long Live The Kane“, e soprattutto per aver scoperto e sostenuto Notorious B.I.G., una delle icone più influenti della storia dell’hip hop. Mister Cee è stato il produttore esecutivo dell’album di maggior successo di Notorious B.I.G., “Ready To Die”, contribuendo così in modo significativo alla sua ascesa e al suo leggendario status nel mondo della musica.

La sua influenza si estende anche oltre la produzione musicale, con artisti come Jay Z che lo citano nei loro testi, dimostrando il rispetto e l’ammirazione che la comunità hip hop nutre nei suoi confronti. La sua presenza nelle stazioni radio di New York, inclusa la celebre Hot 97, ha contribuito a plasmare il panorama musicale della città e oltre.

Nonostante la sua scomparsa, il ricordo di Mister Cee continuerà a vivere attraverso la sua musica e il suo impatto duraturo sull’hip hop. La sua eredità rimarrà una fonte di ispirazione per le generazioni future di artisti e appassionati di rap, ricordandoci sempre della sua straordinaria dedizione e del suo contributo alla cultura musicale di New York e oltre.

Continua a leggere su TheSocialPost.it