Vai al contenuto

Chi era Antonio Morra, morto al concerto dei Subsonica dopo una lite: lascia due bimbi piccoli

Pubblicato: 12/04/2024 16:15

Tragedia ieri sera, giovedì 11 aprile, al concerto dei Subsonica al Mandela Forum di Firenze, dove è morto un uomo. Secondo la ricostruzione della polizia c’è stato un diverbio poi degenerato in una colluttazione in cui lo spettatore, 47 anni, ha riportato gravi traumi alla testa cadendo.

È stato soccorso dal 118 e trasferito all’ospedale di Careggi dove poi è deceduto nella notte. Indagini della squadra mobile in corso. L’episodio è accaduto alla fine del concerto a cui l’uomo aveva assistito in compagnia della moglie
Leggi anche: Scomparsa dopo la scuola: Jessica ritrovata 13 anni dopo

La dinamica

L’uomo, aveva appena finito di assistere con la moglie al concerto dei Subsonica e stava uscendo dal palasport, quando sulle scale sarebbe scoppiata una lite e, forse spinto da qualcuno, è caduto rovinosamente al suolo. Gli investigatori della squadra mobile fiorentina stanno esaminando i filmati ripresi dalle telecamere del Mandela Forum per ricostruire quanto accaduto. L’altra persona coinvolta sarebbe in fase di identificazione.

Un video delle telecamere di sorveglianza del Mandela Forum di Firenze mostrerebbe la scena della colluttazione che ha coinvolto lo spettatore poi deceduto in ospedale. Il 47enne avrebbe ricevuto un colpo da una persona, che potrebbe essere l’addetto di una ditta incaricata dello smontaggio del palco a fine spettacolo. Il pugno lo ha fatto sbilanciare e cadere a terra riportando gravi traumi cranici a causa dei quali è deceduto successivamente.

La tragedia ha sconvolto anche il gruppo musicale, i Subsonica su Instagram così hanno commentato il tragico evento: “Siamo costernati per quanto avvenuto ieri notte e profondamente addolorati. Siamo vicini ai familiari delle persone coinvolte in questo momento molto difficile”.

Chi era Antonio Morra

Una tragedia che ha scosso parenti e amici dell’uomo che lascia, oltre alla moglie, anche due bimbi in tenera età. L’uomo, operaio in una fabbrica toscana che sui social mostrava la sua passione calcistica come tifoso del Napoli con foto e video, è descritto come una persona perbene dagli amici, ancora increduli per quanto accaduto. “Vorrei tanto che questo fosse un orribile incubo. Dai forza a tua moglie di reggere questo immenso colpo e di crescere i vostri meravigliosi figli” scrive un amico.

Continua a leggere su TheSocialPost.it