Vai al contenuto

“Bomba atomica pronta in pochi mesi”. Allarme rosso: lo scoop che terrorizza il mondo. “Lavoro frenetico sull’uranio”

Pubblicato: 12/04/2024 12:43
Iran bomba atomica

Come se non bastassero i fronti già aperti in mezzo mondo, ora un’altra minaccia nucleare si abbatte sul pianeta. Quando sentiamo parlare di “bomba atomica” si gela il cuore, e i pensieri vanno subito ai momenti più tragici della storia. La minaccia, concreta, ora arriva dall’Iran, il quale si sta muovendo a velocità “frenetica” nella produzione di uranio arricchito e potrebbe essere pericolosamente vicino alla produzione di un’arma nucleare. L’allarme è stato lanciato dall’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea), i cui ispettori hanno raccolto segnali preoccupanti durante l’ultimo viaggio nel sito più tecnologicamente avanzato in Iran, quello di Fordow, nascosto all’interno di una montagna ai margini del Grande Deserto Salato dell’Iran. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> Uccise il diciannovenne Willy, ora si sposa: l’assurda storia del massacratore di Colleferro. Scoppia la polemica

Il Washington Post ha ripreso la relazione stilata a termine dell’ispezione di febbraio da parte dell’Aiea, in cui si legge: “Nelle fabbriche che avevano cessato la produzione di uranio arricchito in base all’accordo nucleare del 2015, gli ispettori hanno assistito a un’attività frenetica: nuove apparecchiature installate, che producono uranio arricchito a velocità sempre più elevate, e un’espansione in corso che potrebbe presto raddoppiare la produzione dell’impianto”. E si parla anche dei tempi: secondo gli esperti, di questo passo l’Iran potrebbe essere in grado di realizzare una prima bomba atomica grezza entro 6 mesi. Per costruire un sistema di lancio dell’ordigno nucleare, ad esempio attraverso un missile, potrebbe essere necessario un po’ più di tempo, due anni o poco più. (Continua a leggere dopo la foto)

L’allarme non arriva soltanto dall’Agenzia intergovernativa per il nucleare. Secondo “più di una dozzina di attuali ed ex funzionari dell’intelligence degli Stati Uniti e dell’Europa, l’Iran avanza lentamente ma con sicurezza per accumulare i mezzi per un’arma futura senza fare alcuna mossa palese per costruirne una”, riporta ancora il Washington Post. Il mondo trema. Soprattutto dopo l’intensificarsi degli scontri in quell’area.

Ti potrebbe interessare anche: “Non volate su questi Boeing”. Problemi di sicurezza, è allarme rosso: cosa ha confessato un ex dipendente

Continua a leggere su TheSocialPost.it