Vai al contenuto

Rosalba muore nell’auto schiacciata da un mezzo dei vigili del fuoco: le parole della figlia viva per miracolo

Pubblicato: 12/04/2024 11:59

Erano in auto insieme e stavano parlando del più del meno quando, all’improvviso, una camionetta dei vigili del fuoco è piombato loro addosso. La loro auto, una Opel Corsa, si è ribaltata un paio di volte verso la cunetta. Rosalba Piscedda65enne originaria di San Giovanni Suergiu, è stata sbalzata fuori dall’abitacolo; mentre la figlia, Romina Amasio (40), è riuscita ad uscire dalla portiera chiedendo aiuto.
Leggi anche: Tragico schianto in galleria: morti un 23enne e una 33enne

Una tragedia

È una tragedia quella accaduta ieri a Sant’Antioco, in Sardegna, sulla statale 126, che ha coinvolto le due donne, un mezzo dei vigili del fuoco ed una Bmw Station wagon. L’esatta dinamica dell’incidente è in fase di accertamento da parte della polizia municipale. Stando alle prime ricostruzioni lo scontro sarebbe avvenuto in fase di sorpasso. Il mezzo dei vigili del fuoco, con due operatori a bordo, è finito fuori strada insieme alla Opel Corsa. La camionetta si è ribaltata, finendo sull’Opel Corsa e accartocciandone le lamiere. (Continua a leggere dopo la foto)

“Ero la passeggera dell’auto, in meno di un secondo, mentre stavamo parlando, ci è venuta addosso la camionetta dei vigili del fuoco. Abbiamo fatto un paio di rotolate verso la cunetta. Sono uscita dalla portiera e ho iniziato a chiedere aiuto”. Queste le parole di Romina Amasio, sopravvissuta miracolosamente all’incidente stradale, nel quale ha perso la mamma Rosalba. Come anticipato, nella collisione è rimasta coinvolta anche una Bmw Station wagon, ed è forse un sorpasso azzardato di quest’ultima l’origine del sinistro, ma la dinamica definitiva non è ancora chiara.

Le indagini per chiarire la dinamica dell’incidente

Le indagini vanno avanti ha spiegato il comandante della polizia Locale di Sant’Antioco, Gianfranco Lefons: “Andremo a sentire i vigili del fuoco rimasti feriti e anche la figlia della donna deceduta. Abbiamo raccolto già degli elementi e sentito alcune persone ma le indagini vanno avanti e saranno complesse, perché quello è un tratto di strada abbastanza particolare”. Anche Romina, dal letto di ospedale dove è ricoverata, punta il dito contro il guidatore della Bmw: “Voglio dire che la vita e preziosa e nessuno ne può far sfregio con una manovra azzardata. Anche perché a quanto pare non era neanche la prima volta”, che faceva quel sorpasso, ha spiegato a Casteddu Online.

Il cordoglio della comunità

Profondo il cordoglio nella comunità di San Giovanni Suergiu: “Conosco molto bene la famiglia di Rosalba Piscedda. La figlia Romina è stata una delle mie consigliere comunali durante la prima legislatura”, ricorda la sindaca Elvira Usai: “Sono profondamente addolorata e scossa per quanto capitato, insieme a tutta l’amministrazione comunale mi stringo attorno a tutti i familiari della nostra concittadina Rosalba”.

Continua a leggere su TheSocialPost.it