Vai al contenuto

“Vincenzo ha detto no”: Aifa, polemiche sulle nuove nomine, ecco cosa è successo. Palù se ne va, chi è il nuovo Presidente

Pubblicato: 12/04/2024 11:26

Vincenzo ha detto no. Dove per Vincenzo si intende Vincenzo Lozupone, professione farmacista, abitante a Bari e nominato a sorpresa dal sottosegretario Marcello Gemmato (FdI) a ricoprire un incarico nell’Aifa. La nuova Agenzia del Farmaco riformata, grazie a un lavoro durato mesi, da un centrodestra che da alcuni viene accusato di stare “occupando” il mondo della Sanità. E a dimostrarlo ci sarebbe anche il caso in questione, in cui non sembra che il farmacista barese possedesse le competenze necessarie per ricoprire il ruolo a lui offerto. Inizialmente Lozupone si era comunque dichiarato “pronto per ricoprire l’incarico”. Ma la sua nomina, apparsa ai più inopportuna, non ha avuto lunga durata. Perché è stato lui stesso a defilarsi. (continua dopo la foto)

Il sottosegretario Marcello Gemmato

Come ha scritto Repubblica, il farmacista pugliese aveva “ricevuto una nomina per la quale ai più era parso inadatto, e che sembrava legata solo ai suoi rapporti con il sottosegretario ed esponente di spicco di FdI Gemmato”. Una sostanziale “accusa” di nepotismo rimbalzata da più parti, in effetti. Così, forse spaventato dal clamore che si era alzato intorno alla sua persona, forse “resosi conto di non essere in grado di ricoprire il ruolo”, come scrive sempre Repubblica, “quando sono arrivate le carte di Aifa in attesa della riunione di insediamento”, Lozupone non si è presentato all’incontro nel quale gli altri nove membri della rinnovata Aifa hanno preso le prime decisioni. Un’assenza che non è stata sottolineata sul sito dell’agenzia nemmeno al momento della pubblicazione delle foto di rito, in cui i membri erano in 9 anziché in 10. (continua dopo la foto)

Il nuovo Presidente Robert Giovanni Nisticò

Poiché Lozupone era stato nominato dal ministero, la figura che lo sostituirà verrà scelta con le stesse modalità. Quindi è prevista la nomina di un’altra persona che secondo i rumors sarebbe anch’essa molto vicina a Gemmato. Si tratta di Bruna Vinci, anche lei farmacista, proveniente da Pisa e che, di recente, è passata al Ministero della Salute. E intanto che si discute di queste nomine e del peso specifico di Gemmato all’interno di Aifa, l’organismo è stato affidato a un nuovo Presidente, Robert Giovanni Nisticò, nominato dopo l’addio tempestoso del discusso Giorgio Palù. La prima decisione dell’Agenzia, peraltro, ha già ricevuto molte critiche. Si tratta della distribuzione di alcuni farmaci contro il diabete, che prima venivano acquistati dalle Asl e poi distribuiti ai pazienti dalle farmacie. E che ora sono passati alla “Classe A”, cioè verranno acquistati direttamente dalle farmacie e poi rimborsati dallo Stato. Che secondo le Regioni, a differenza di quanto dichiarato dalla “nuova Aifa”, con questo cambiamento rischia di veder aumentare i propri costi.

Continua a leggere su TheSocialPost.it

Ultimo Aggiornamento: 12/04/2024 12:33