Vai al contenuto

Tajani pronto all’invio di truppe: “Siamo amici di Israele ma vogliamo la pace”

Pubblicato: 16/04/2024 12:56

Durante un forum presso l’Ansa Antonio Tajani ha sottolineato l’impegno del governo italiano per la pace, evidenziando una posizione di equilibrio e di supporto verso la stabilizzazione della regione Medio Oriente. “Il nostro compito è scongiurare e tranquillizzare le nostre opinioni pubbliche: il governo italiano è fortemente impegnato per la pace, siamo amici di Israele ma vogliamo lavorare per la pace, compreso l’invio eventuale di truppe qualora si volesse creare uno Stato palestinese con forze di altri paesi,” ha dichiarato Tajani.

Crosetto e l’offensiva israeliana: “Vuole sradicare il movimento palestinese”

Parallelamente, il ministro della Difesa, Guido Crosetto, ha espresso preoccupazione per l’offensiva israeliana nella Striscia di Gaza, che secondo lui potrebbe lasciare ferite profonde e durature. “L’intenzione di Israele è sradicare completamente il movimento palestinese e quello che rimane dei contingenti di Hamas a Rafah,” ha spiegato Crosetto, aggiungendo che un’azione militare prolungata potrebbe alla lunga danneggiare lo stesso Israele.

In aggiunta, il ministro ha evidenziato in un’intervista a SkyTg24 le preoccupazioni di Israele riguardo al programma nucleare iraniano: “Una delle preoccupazioni principali di Israele è l’arricchimento dell’uranio che sta facendo l’Iran per arrivare alla bomba atomica. Israele sa e teme che qualora l’Iran arrivasse alla bomba atomica potrebbe anche usarla e questa è la grande paura di Israele nel confronto con l’Iran.”

Continua a leggere su TheSocialPost.it