Vai al contenuto

Sara, 5 anni, interrompe la chemio: la famiglia chiede aiuto per realizzare i suoi ultimi desideri

Pubblicato: 19/04/2024 22:18
sara cantagalli desideri

Sara Cantagalli, una vivace bimba di Faenza di soli 5 anni, combatte da tre anni una battaglia contro un raro e aggressivo neuroblastoma di quarto stadio. Dopo anni di trattamenti intensivi, tra cui centinaia di sedute di chemioterapia, radioterapia e numerosi interventi chirurgici, la piccola Sara ha dovuto affrontare una svolta difficile. I medici hanno recentemente comunicato ai genitori, Mattia e Maria, che il tumore ha sviluppato resistenza alla chemioterapia, rendendo inutile il proseguimento di un trattamento così gravoso.

Con la consapevolezza di dover affrontare ogni giorno come se fosse un dono prezioso, la famiglia Cantagalli ha deciso di cessare la chemioterapia e proseguire solo con trattamenti palliativi per migliorare la qualità della vita di Sara. In questo difficile contesto, i genitori, che hanno messo da parte le loro carriere per dedicarsi alla cura della figlia, hanno abbracciato un progetto toccante: realizzare tutti i desideri di Sara, cercando di regalarle momenti di gioia pura.

Per aiutare Sara a vivere al meglio il tempo che le resta, è stato chiamato in causa anche il volontario ‘Il babbo natale dei bambini’, che segue Sara da tempo. È stato lui tramite la sua pagina a dare il terribile aggiornamento finale: “Dai controlli fatti e dalla situazione clinica di Sara, l’equipe medica che la segue, ci ha comunicato che per Sara, non c’è più nulla che si possa fare, la sua malattia purtroppo fa resistenza anche alla chemio e appesantire questa terapia servirebbe solo a fare stare ancora di più male Sara, perché il suo piccolo fisico non riceve più nulla, e soffre tantissimo sotto chemio. Purtroppo questa è la situazione e di comune accordo con i genitori abbiamo deciso di dirvela, ora anche su consiglio dei dottori che seguono Sara, faremo passare tutto il tempo che Dio vorrà concederle, facendola divertire e portandola nei posti che desidera, perché questo è tutto ciò che umanamente, io, e i suoi genitori possiamo fare” .

Insieme hanno compilato una lista di desideri che riflette le speranze e i sogni di una bambina che non ha mai smesso di sognare nonostante la malattia. Tra questi, Sara sogna di sciare, visitare lo zoo di Roma e l’acquario di Genova, divertirsi a Gardaland e Disneyland, trascorrere vacanze al mare, e vivere un giorno da modella. La risposta del pubblico è stata meravigliosa: in poco tempo è stato possibile trovare qualcuno che fornisse aiuti per esaudire tutti i desideri della piccola.

La storia di Sara tocca profondamente la comunità e ricorda quella di Ester, la giovane ravennate che ha lottato contro la stessa malattia fino ai suoi 34 anni. Come Ester, anche Sara desidera essere circondata dall’amore dei suoi cari e dall’affetto di amici, in un mondo fatto di giochi, risate e innocenza.

Continua a leggere su TheSocialPost.it

Ultimo Aggiornamento: 19/04/2024 22:19