Vai al contenuto

Botte, spintoni e pugni: la partita finisce in una maxi rissa. Ferita una calciatrice

Pubblicato: 22/04/2024 19:13

Parapiglia, botte, spintoni, una calciatrice aggredita e colpita con un pugno da uno spettatore: è finita in rissa la partita tra la Vis Mediterranea di Montoro (Avellino) e la Trastevere Soccer, valida per il campionato di Serie C di calcio femminile. Alice Ferrazza, calciatrice e capitana del Trastevere, è stata colpita al volto al termine della partita. Dalle immagini si vede un uomo che entra in campo e colpisce con un pugno sotto al mento la giocatrice del club capitolino.

La gara, valida per la nona giornata del campionato, è finita in parità, 1-1, con le irpine che aveva agguantato il pareggio quasi allo scadere, pregiudicando così la possibilità della squadra ospite di conquistare la salvezza.
Durante una discussione in campo tra calciatrici, un uomo, probabilmente riconducibile alla formazione alla Vis è entrato in campo ha colpito con un pugno sotto al mento la giocatrice capitolina Alice Ferrazza.

Il presidente della società irpina, Ivan Montefusco, ha espresso solidarietà alla calciatrice aggredita e alla squadra ospite: “Mai accaduto nulla di riprovevole sul nostro campo – ha sottolineato il dirigente -. Ci siamo sempre distinti per correttezza e sportività ragione per cui condanniamo e disapproviamo ogni violenza”.

Alice Ferrazza ha commentato l’aggressione subita attraverso una storia Instagram: “Ancora non ho le parole per l’accaduto di ieri. Voglio ringraziare tutti per il sostegno. Certe cose non dovrebbero mai accadere ma purtroppo ci troviamo ancora qui a parlarne”. Ferrazza, che fa il difensore, ricevuto il pugno è caduta sul prato.  Ha già sporto denuncia e ora valuterà tramite i suoi legali i prossimi passi. 
Leggi anche: Città in lutto per Marco Paccagnella, ingegnere e allenatore di calcio, morto a 31 anni. Una malattia lo ha ucciso

Ultimo Aggiornamento: 22/04/2024 19:16

Continua a leggere su TheSocialPost.it