Vai al contenuto

Chi è Vito Bardi, il fedelissimo di Berlusconi che ha vinto le elezioni in Basilicata

Pubblicato: 23/04/2024 09:14

Vito Bardi, già presidente della Regione Basilicata, ha vinto nuovamente le elezioni regionali, confermando il suo ruolo al timone del governo lucano. Nato nel 1951 e originario di Filiano, Bardi ha una carriera distinta che lo ha visto protagonista tanto in ambito militare quanto in quello politico.

La formazione militare e l’avvio alla politica

Dopo aver frequentato la prestigiosa Scuola militare Nunziatella di Napoli, Bardi si è distinto per un percorso accademico eccezionale, conseguendo quattro lauree in economia e commercio, giurisprudenza, scienze internazionali e diplomatiche, scienze della sicurezza economica e finanziaria, e un master in diritto tributario. La sua carriera nella Guardia di finanza lo ha visto raggiungere il grado di vicecomandante, prima di ritirarsi nel 2014.

La sua prima elezione a presidente della Regione Basilicata nel 2019 è stata sostenuta da Silvio Berlusconi, con cui Bardi aveva instaurato un rapporto di stima reciproca fin dal 2009. Questo legame si è consolidato attraverso gli anni, specie durante periodi di tensione investigativa a Bari, dove Bardi ha dimostrato le sue capacità e il suo equilibrio. Nel 2019, Bardi è stato eletto con il 42,2% dei voti, diventando il primo presidente di centrodestra della storia del Consiglio regionale lucano, un territorio storicamente governato da giunte democristiane e di centrosinistra. La sua leadership ha segnato un cambiamento significativo nel panorama politico regionale.

Le elezioni del 2024: il sostegno della coalizione ampia

Per le elezioni del 2024, nonostante la pressione di Fratelli d’Italia affinché il candidato fosse espresso dal partito con più consensi, il centrodestra ha scelto di confermare Bardi, sostenuto da una coalizione ampia che includeva Forza Italia, Lega, UdC-Democrazia cristiana, Noi moderati, e il supporto esterno di Italia viva e Azione. La sua rielezione non è solo un segno di continuità, ma anche di approvazione del suo operato durante il precedente mandato.

All’età di 72 anni e 7 mesi, Bardi è diventato il presidente di Regione più anziano eletto direttamente, superando Renato Schifani, presidente della Sicilia. Questa vittoria non solo riafferma la fiducia nel suo governo, ma segna anche un punto di riferimento per l’esperienza e la saggezza nella politica regionale italiana.La conferma di Bardi alla presidenza della Basilicata è un chiaro indicatore della volontà dei lucani di proseguire il percorso intrapreso quattro anni fa, con l’aspettativa che continui a portare stabilità e crescita alla regione.

Continua a leggere su TheSocialPost.it