Vai al contenuto

Sciopero oggi 26 aprile: disagi nelle grandi città

Pubblicato: 26/04/2024 09:27

Il 26 aprile 2024, viaggiatori e pendolari in diverse città italiane dovranno prepararsi a possibili disagi a causa di uno sciopero nazionale dei trasporti. Il fermo, che interesserà molte linee di bus e metro, è previsto per quattro ore e coinvolgerà alcune delle principali reti urbane, incluse l’Atac a Roma, il gruppo Atm a Milano, e l’Anm a Napoli.

Roma: Disagi Previsti tra le 8:30 e le 12:30

A Roma, l’agitazione sindacale, organizzata dalla Faisa Confail, paralizzerà l’intera rete Atac, influenzando anche i servizi forniti da Roma Tpl e da altri operatori. I servizi accessori come scale mobili, ascensori e montascale nelle stazioni della metro non saranno garantiti, anche se i parcheggi di interscambio resteranno aperti. È importante notare che, nonostante lo sciopero, il servizio delle metropolitane e della ferrotramvia Termini-Centocelle continuerà a operare regolarmente.

Milano e Napoli: Fasce di Garanzia e Impatti

Anche a Milano, i lavoratori del gruppo ATM aderiranno allo sciopero, con un’interruzione prevista dalle 8:45 alle 12:45. I dettagli specifici sulle linee interessate e le eventuali eccezioni saranno comunicati attraverso i canali ufficiali dell’ATM.

A Napoli, l’Anm subirà anch’essa interruzioni, anche se al momento non sono stati forniti dettagli specifici sulle fasce orarie o sulle linee coinvolte. I viaggiatori sono invitati a consultare i canali di comunicazione dell’azienda per aggiornamenti in tempo reale.

Motivazioni dello Sciopero

Le ragioni dietro lo sciopero includono la crescente disaffezione verso la professione di conducente, le difficoltà economiche crescenti delle aziende di trasporto pubblico locale, e le condizioni sempre più sfavorevoli dei contratti collettivi nazionali di lavoro, che impattano tanto le maestranze quanto la sicurezza sul lavoro.

Consigli per i Viaggiatori

Si consiglia a chi prevede di viaggiare in queste aree il 26 aprile di verificare gli orari e i servizi garantiti durante le ore di sciopero e di considerare alternative di trasporto, specialmente durante le fasce orarie in cui il servizio non è garantito. Gli aggiornamenti saranno disponibili sui siti web e sui canali social delle rispettive aziende di trasporto, e attraverso i principali canali di informazione locali.

Con questo sciopero, i sindacati sperano di attirare l’attenzione su problemi significativi che affliggono il settore dei trasporti pubblici e di spingere per miglioramenti che possano beneficiare sia i lavoratori che gli utenti dei servizi. Nel frattempo, il disagio per i cittadini sembra inevitabile, e la giornata del 26 aprile si preannuncia complicata per chi si deve spostare nelle grandi città italiane.

Continua a leggere su TheSocialPost.it

Ultimo Aggiornamento: 26/04/2024 09:32