Vai al contenuto

Presta svela tutto: “Cosa mi ha fatto Amadeus”. E su Travolta…

Pubblicato: 28/04/2024 11:20

Lucio Presta, il super manager della televisione, ha rilasciato un’intervista al Giornale parlando della sua rottura con Amadeus, usando parole forti e citando Giulio Andreotti: «La gratitudine è il sentimento della vigilia e la sindrome rancorosa del beneficiato è una sindrome ascrivibile ai nostri giorni ed anche ai grandi personaggi». Ha descritto il loro primo Festival di Sanremo come un capolavoro di complicità, dove Amadeus, senza conoscenza di come formulare un regolamento, ha lavorato insieme a Presta a La Coruna, in Spagna, per creare le basi del regolamento che poi fu presentato in Rai come se fosse stato un lavoro personale di Amadeus. Presta e Amadeus hanno anche costruito insieme la squadra creativa, tra cui autori, scenografi e coreografi, e scelto le co-conduttrici per il festival.

Dopo quattro anni di collaborazione per il Sanremo, durante la preparazione del quinto festival, il rapporto tra i due ha iniziato a deteriorarsi. Presta racconta che Amadeus diventava sempre più riluttante ad accettare proposte e difficilmente disponibile per incontri. La situazione è peggiorata quando, a giugno 2023, Amadeus ha chiesto che gli fossero pagati dalla società di Presta, Arcobaleno Tre, dei compensi aggiuntivi per la direzione artistica di Arena Suzuki, oltre a richiedere il 100% dei diritti del format, violando, secondo Presta, una circolare della Vigilanza Rai.

La rottura si è concretizzata quando Amadeus ha espresso l’intenzione di interrompere il loro rapporto lavorativo dopo la fine del festival, decisione che poi ha anticipato con un messaggio a Presta, citando il disagio causato dalla presenza di quest’ultimo. Nonostante Amadeus avesse assicurato di onorare i pagamenti fino alla fine del contratto in agosto 2024, ha poi deciso di limitarli a dicembre, portando Presta a rivolgersi all’ufficio legale per la tutela dei suoi interessi.

Nel frattempo, è riemersa una questione di pubblicità occulta con John Travolta, gestita dal suo manager Oscar Generale, che ha proposto la partecipazione dell’attore al Sanremo a una cifra ridotta, finanziata da uno sponsor. Presta ha sconsigliato ad Amadeus di accettare per evitare implicazioni di pubblicità occulta, ma la proposta è stata ripresentata e apparentemente accettata senza il suo consenso, nonostante fosse una delle poche persone a conoscenza dell’offerta.

Infine, Presta ha evidenziato un episodio riguardante le restrizioni agli inviati dei programmi di day-time Rai al teatro Ariston, menzionando un messaggio vocale di Amadeus che specificava come nessun programma, tranne La Vita in Diretta, dovesse avere un corner all’interno del teatro, esclusa la moglie di Amadeus, Giovanna Civitillo.

Continua a leggere su TheSocialPost.it