Vai al contenuto

Jannik Sinner e quel dolore: come sta davvero

Pubblicato: 04/05/2024 07:28

La stagione straordinaria di Jannik Sinner, caratterizzata da 30 partite giocate da inizio anno, con 28 vittorie e solo 2 sconfitte, sta vivendo un momento critico a causa di un problema all’anca destra. Il giovane tennista, dopo aver spinto il fisico ai limiti nei giorni di intensa preparazione successivi alla semifinale di Montecarlo, sta pagando il prezzo di una certa ingordigia di punti e dollari — 1000 punti erano in palio a Madrid, un torneo giocato senza la presenza di Novak Djokovic, rendendo l’occasione ancora più allettante.

Sinner ha risentito del dolore all’anca sin dalla mattina della semifinale contro Stefanos Tsitsipas a Montecarlo. Nonostante ciò, ha continuato a competere, aggravando l’infiammazione durante il match contro Pavel Kotov e nei 130 minuti di confronto con Karen Khachanov a Madrid. Quest’ultima vittoria, ottenuta in rimonta, ha mostrato la determinazione di Sinner, ma a un costo elevato per la sua salute.

Mercoledì, il dolore divenuto insopportabile, ha costretto Sinner a posticipare l’allenamento programmato contro Felix Auger-Aliassime, e infine a ritirarsi dal torneo su consiglio dei medici. Rientrato a Montecarlo, ha subito una risonanza magnetica e ora si trova a riposo assoluto, con la speranza di poter riprendere gli allenamenti a Roma questo fine settimana, anticipando la sua partecipazione agli Internazionali d’Italia.

Nonostante l’ottimismo della Federtennis e dei fan, che lo attendono a Roma come un salvatore, le condizioni fisiche di Sinner rimangono una variabile incerta. Il suo coach, Vagnozzi, e il resto del team, ritengono che partecipare a Madrid fosse una scelta giusta per mantenere il ritmo di gioco, ma con il senno di poi, ci si interroga se fosse il momento giusto, considerando che l’altitudine di Madrid altera il rimbalzo e la velocità della palla rispetto alle condizioni di Roma.

Il pensiero di potersi avvicinare a Djokovic nel ranking mondiale ha pesato nella decisione di giocare a Madrid, nonostante non fosse in condizioni ideali. Questo è stato un raro errore di giudizio, che ora Sinner e il suo team devono gestire con cautela. La performance sul campo risente del dolore fisico e della pressione mentale, influenzando ogni movimento, dal dritto ai movimenti laterali, essenziali nel gioco di Sinner.

Roma, intanto, si prepara ad accogliere il suo campione con tutti gli onori, sperando che possa superare questo ostacolo e brillare sul campo di casa. Tuttavia, il tempo e il riposo diranno se Sinner sarà davvero pronto per affrontare le sfide dei prossimi tornei, che culmineranno con Wimbledon e le Olimpiadi, il cuore pulsante della stagione tennistica.

Continua a leggere su TheSocialPost.it

Ultimo Aggiornamento: 04/05/2024 07:29