Vai al contenuto

Tragedia in India: i genitori litigano e la madre getta il figlio disabile in un fiume infestato da coccodrilli

Pubblicato: 06/05/2024 13:43

Dopo continui litigi, è avvenuta la tragedia. Madre e padre di un figlio disabile di sei anni litigano animatamente anche in pubblico, a ridosso di un fiumiciattolo. In preda all’ira, la madre ha preso alla lettera quello che provocatoriamente le diceva il marito: “butta via nostro figlio, non fa altro che mangiare!”.

E così, la donna ha afferrato il piccolo inerme, scaraventandolo nel canale, infestato da coccodrilli. Gli anfibi sono subito emersi, dilaniando il piccolo. Assurda tragedia a Karnataka, nella regione a Sudovest dell’India.
Leggi anche: Ragazzo di 26 anni si schianta in auto contro un semaforo e muore: ferite due ragazze

Il litigio e la tragedia

Una donna di 32enne ha gettato il figlio disabile in un canale infestato dai coccodrilli: “È stato mio marito a suggerirmelo, diceva che nostro figlio non faceva altro che mangiare”. Il corpicino senza vita del piccolo è stato trovato senza il braccio destro e con segni di morsi ovunque.

Una volta riemerso, ventiquattro ore dopo, il corpicino senza vita di Vinod aveva morsi dappertutto e non aveva più il braccio destro. Questo è il risultato di un furibondo litigio tra la trentaduenne Savistri e il marito, Ravi Kumar. Savitri ha spiegato alle autorità che l’uomo la scherniva ripetutamente e le diceva di uccidere il figlio “gettandolo nel canale”.

La 32enne Savitri, che lavora come collaboratrice domestica, litigava spesso con il marito Ravi Kumar, un muratore di 36 anni, perché il piccolo Vinod, nato sordo e muto, aveva costanti necessità di cure. La coppia ha anche un altro figlio di due anni.

“Mio marito voleva che il figlio morisse”

“Mio marito è responsabile. Continuava a dirmi che voleva il figlio morto perché non faceva altro che mangiare. Io gli dicevo di lasciarlo stare. Chissà quante altre torture avrebbe vissuto”. “Non so con chi condividere il mio dolore ora”, ha detto Saviri.

I fatti sono avvenuti sabato 4 maggio intorno alle 21 in India, nel distretto di Uttara Kannada, nel quadrante Sudovest del Paese. Immediatamente è stato dato l’allarme e la polizia, con i vigili del fuoco, ha cominciato le ricerche. Sia Ravi che Savitri sono stati arrestati ed ora devono rispondere entrambi dell’accusa di omicidio, ha detto la polizia. La coppia è apparsa in tribunale oggi, lunedì 6 maggio, e rinviata a custodia giudiziaria per 14 giorni.

Continua a leggere su TheSocialPost.it

Ultimo Aggiornamento: 06/05/2024 13:51