Vai al contenuto

Scomparsa Mara Favro, il mistero del messaggio sparito. “Servono i tabulati”

Pubblicato: 09/05/2024 09:34

Resta un mistero la scomparsa di Mara Favro, la donna di 51 anni sparita da oltre un mese dopo il suo turno di lavoro in una pizzeria di Chiomonte, in Alta Val di Susa. Del suo caso si è occupata anche la trasmissione di Rai3 ‘Chi l’ha visto?’. Ma a che punto sono le indagini aperte per cercare di rintracciarla? La famiglia chiede di indagare sui suoi ultimi messaggi a colleghi e datore di lavoro perché proprio il racconto di questi ultimi non combacia su quanto accaduto nelle ultime ore prima della scomparsa della cinquantunenne.
Leggi anche: Mara Favro, la donna di Susa scomparsa il 7 marzo: cosa sappiamo finora

Troppi punti oscuri

Il datore di lavoro e il pizzaiolo responsabile del locale dove Mara lavorava, nel Torinese, sono gli ultimi ad averla vista, ma i loro racconti differiscono su alcuni punti. Un enigma che tiene col fiato sospeso i famigliari di Mara che nelle scorse ore hanno rivolto un nuovo appello pubblico attraverso la trasmissione “Chi L’ha visto?” che, come detto, si sta occupando del caso.

Le ultime due persone che hanno visto Mara confermano che il 7 marzo la 51enne era andata a lavorare regolarmente in pizzeria. Secondo il pizzaiolo del locale, era scesa con lui in auto in paese dopo la chiusura ma poi il datore di lavoro dice che era risalita in autostop per riprendere le chiavi di casa che aveva dimenticato. Per ritornare a Chiomonte, infine, avrebbe cercato un nuovo passaggio. Proprio a questo punto, riporta Fanpge, le versioni differiscono: secondo il datore, il piazzaiolo gli avrebbe inoltrato un messaggio di Mara in cui lei diceva che non sarebbe andata al lavoro il giorno seguente, quello della scomparsa. Un messaggio che poi avrebbe cancellato. Un messaggio che invece il pizzaiolo fa risalire ai giorni precedenti e di cui comunque non vi è traccia perché entrambi hanno cancellato le chat. Le loro versioni differiscono anche su latri aspetti come il funzionamento delle telecamere di sorveglianza. Secondo datore e collega, inoltre, Mara avrebbe riferito loro che quella sera aveva un appuntamento con una persona, forse un poliziotto di Cuneo. Il datore riferisce inoltre che un suo cliente l’avrebbe vista ad aprile su un’area di servizio con un camionista.

Ricerche anche con i droni

Stando a quanto si apprende, nei giorni scorsi sono state effettuate ricerche dei vigili del fuoco con il nucleo Saf da Torino (speleo-alpino-fluviale), specializzato nel soccorso persone in fiumi e torrenti, con il supporto dei droni, e i carabinieri. Ricerche con le squadre da terra e dall’alto con l’utilizzo dei droni, tra Susa ed Exilles nei boschi e lungo la Dora, con l’obiettivo di rintracciare la donna. Le ricerche sarebbero partite a seguito di una segnalazione, ma fino ad oggi non hanno riscontro positivo.

Ultimo Aggiornamento: 09/05/2024 09:37

Continua a leggere su TheSocialPost.it