Vai al contenuto

Milano, cavo d’acciaio teso in mezzo alla strada: Alex Baiocco condannato a 3 anni

Pubblicato: 17/05/2024 09:24
Milano cavo acciaio condannato

Alex Baiocco è il 24enne che, insieme ad altri due giovani, nel gennaio scorso aveva teso un cavo d’acciaio ad altezza d’uomo in viale Toscana, a Milano. Oggi è arrivata a sentenza nei loro confronti. Poco prima che il giudice dell’udienza preliminare si ritirasse in camera di consiglio, gli imputati si sono detti pentiti e hanno chiesto scusa.
Leggi anche: Damiano ucciso da un cavo d’acciaio teso tra due alberi, parla l’amico: “È morto davanti ai miei occhi”

La decisione del giudice su Baiocco e gli altri

Alex Baiocco è stato condannato a 3 anni di reclusione nel processo con rito abbreviato che consente di ottenere lo sconto di un terzo della pena. Il suo amico 18enne Michele Di Rosa ha invece patteggiato 2 anni e 6 mesi. Il Tribunale dei Minori si sta invece occupando del terzo complice, visto che ha ancora 17 anni.

“Il ragazzo sta facendo un percorso e ha dimostrato di voler cambiare. Grazie ai servizi sociali di Cologno Monzese, ha trovato un lavoro come pasticcere”, dichiara subito dopo la sentenza l’avvocato Gaetano Giamboi, difensore di Di Rosa. La difesa di Alex Baiocco ha chiesto invece la sua scarcerazione.

Nella notte tra il 3 e il 4 gennaio scorso, i tre giovani avevano teso il cavo d’acciaio ad altezza d’uomo tra un albero e una pensilina dell’Azienda Trasporti. Fortunatamente i passeggeri dell’unica auto colpita dal cavo erano rimasti illesi. Baiocco, che aveva già dei precedenti per resistenza a pubblico ufficiale, quando è stato fermato dai carabinieri si era difeso dicendo di aver agito per “gioco” e per “noia”.
Leggi anche: Cavo d’acciaio teso tra due alberi: Damiano muore mentre fa motocross

Continua a leggere su TheSocialPost.it

Ultimo Aggiornamento: 17/05/2024 11:34