Vai al contenuto

A Dubai per lavoro ma era in viaggio di nozze con l’altra fidanzata: lei lo denuncia, condannato

Pubblicato: 18/05/2024 07:19

Si era illusa di aver trovato l’uomo della sua vita, ma la realtà era ben diversa. Federica (nome di fantasia) aveva una relazione con un 38enne leccese, Stefano (nome di fantasia), che sembrava perfetta. Tuttavia, scoprirà che l’uomo aveva due vite parallele, culminate in un matrimonio con la sua storica fidanzata. La storia tra Federica e Stefano inizia nell’estate del 2016 e tutto sembra andare per il meglio fino agli inizi del 2022, quando Stefano le propone di convivere a Lecce e iniziano a cercare casa.

A maggio, però, la ricerca si interrompe bruscamente. Stefano racconta che suo padre è entrato in coma ed è stato trasferito urgentemente dapprima all’ospedale Vito Fazzi di Lecce e poi al Policlinico di Bari. Federica cerca in tutti i modi di aiutare la famiglia del fidanzato, ma Stefano le impedisce di avvicinarsi al padre, adducendo le scuse più disparate.

A novembre, Stefano racconta un’altra bugia: la sua azienda ha ottenuto una grossa commessa negli Emirati Arabi e il capo ha deciso di portare lui e un collega a Dubai per una settimana, unendo l’utile al dilettevole in una sorta di vacanza premio. Federica inizia a sospettare e, per fugare i dubbi, si iscrive su Instagram e riattiva la sua pagina Facebook. Qui trova numerose foto di Stefano con la sua ex fidanzata, inclusi scatti di novembre 2022 che li ritraggono insieme su un cammello nel deserto a Dubai.

Continuando le ricerche su Facebook, Federica scopre l’inimmaginabile: il 21 novembre 2021, Stefano aveva sposato la sua storica fidanzata. Al matrimonio erano presenti anche i genitori e la sorella di lui. Non c’era stato nessun viaggio di lavoro a Dubai, bensì il viaggio di nozze con la moglie. Federica decide di denunciare Stefano per sostituzione di persona.

Le accuse sono chiare: Stefano si era procurato un ingiusto vantaggio continuando la relazione sentimentale con Federica, inducendola in errore attribuendosi lo stato civile di celibe mentre era coniugato dal novembre 2021. Difeso dall’avvocato Paolo Marseglia, Stefano inizialmente nega tutto, ma poi ammette le sue colpe durante l’interrogatorio. Dopo essere stato condannato, l’uomo dovrà ora risarcire l’ex fidanzata.

Continua a leggere su TheSocialPost.it