Vai al contenuto

Il figlio prende una nota, lui va a scuola e prende a testate il prof: violenza a Monza

Pubblicato: 18/05/2024 18:10

Un grave episodio di violenza ha scosso una scuola di Monza giovedì scorso, quando il padre di un alunno ha aggredito un maestro dopo che quest’ultimo aveva messo una nota al figlio. Il fatto è stato riportato dal quotidiano “Il Giorno” e si è verificato poco prima delle 16:30.

Secondo quanto riferito, l’aggressione è avvenuta dopo che il padre del ragazzo ha scoperto che il figlio aveva ricevuto una nota disciplinare per aver disturbato in classe. In seguito alla notizia, l’uomo ha chiesto un colloquio immediato con l’insegnante. Tuttavia, gli è stato negato poiché gli incontri straordinari con i docenti devono essere organizzati tramite una richiesta inviata via email alla dirigente scolastica.

Una testata in cambio di una nota: violenza assurda, la reazione della dirigente scolastica

Non soddisfatto della risposta, il genitore ha deciso di entrare comunque nell’istituto e ha preso a testate l’insegnante. L’episodio è stato rivelato ai genitori da altri docenti, dopo che alcuni di loro avevano notato l’aggressore lasciare la scuola in evidente stato di agitazione. La dirigente scolastica, venuta a conoscenza dell’accaduto poco dopo l’episodio, si è detta profondamente scossa. Non ha voluto rilasciare dichiarazioni immediate, ma ha espresso l’intenzione di intervenire una volta acquisiti tutti i dettagli dall’insegnante coinvolto.

L’episodio ha gettato nello sconcerto non solo il personale della scuola ma anche i genitori degli altri alunni, preoccupati per la sicurezza all’interno dell’istituto. Questo incidente evidenzia una preoccupante escalation di violenza nei confronti del personale scolastico, mettendo in luce la necessità di misure di sicurezza più efficaci e di un dialogo più costruttivo tra genitori e scuola.

L’aggressione potrebbe avere serie conseguenze legali per il padre del ragazzo. In Italia, la violenza contro il personale scolastico è considerata un reato grave e può comportare sanzioni severe. Le autorità competenti sono attualmente impegnate nelle indagini per chiarire ulteriormente la dinamica dell’accaduto e determinare le responsabilità.

Continua a leggere su TheSocialPost.it

Ultimo Aggiornamento: 18/05/2024 18:12