Vai al contenuto

Attacco missilistico su un centro ricreativo a Kharkiv: “Almeno 10 civili morti”

Pubblicato: 19/05/2024 18:22

Sale a cinque morti e sedici feriti il bilancio del doppio attacco missilistico lanciato oggi dalle forze russe contro un centro ricreativo nella comunità di Malodanyliv, nel distretto di Kharkiv, nella regione nord-orientale dell’Ucraina. L’attacco, avvenuto nelle prime ore del mattino, ha colpito un obiettivo civile, come confermato su Telegram dal capo dell’amministrazione militare regionale, Oleg Sinegubov, e dal sindaco della città, Igor Terekhov.

Tra i feriti si registra la presenza di un bambino di otto anni con lesioni lievi, mentre otto persone versano in gravi condizioni. Anche un paramedico e un autista di ambulanza sono rimasti feriti durante il soccorso. “È stato un doppio attacco con due missili Iskander-M, volto a colpire anche i soccorritori giunti sul posto dopo il primo lancio,” ha dichiarato Sinegubov.

Inizialmente si era parlato di un attacco a una casa di riposo, ma il sindaco Terekhov ha chiarito che il bersaglio era un centro ricreativo. Le forze armate russe continuano ad avanzare sul fronte di Kharkiv, aperto questo mese, con le unità del gruppo Sever (Nord) che “continuano a penetrare nelle linee nemiche,” respingendo la controffensiva dei battaglioni di assalto ucraini vicino a Vovchansk e causando vittime tra i difensori ucraini in tre piccoli centri della regione.

Leggi anche: Iran, caduto l’elicottero del presidente Raisi: la situazione – DIRETTA

L’attacco via terra

Secondo le autorità locali, sono almeno dieci i morti provocati dagli ultimi attacchi russi nella regione di Kharkiv. L’assalto via terra dell’esercito russo, intensificato dagli attacchi aerei, ha portato a significative conquiste territoriali dalla fine del 2022. Secondo Kiev, l’avanzata russa è stata fermata, mentre Mosca sostiene che prosegue.

Il ministro dell’Interno ucraino, Igor Klimenko, ha dichiarato che cinque civili sono stati uccisi alla periferia di Kharkiv, inclusa una donna incinta di sette mesi. Poco dopo, altri cinque civili sono morti e nove sono rimasti feriti a seguito di un attacco con lanciarazzi multipli sui villaggi di Novoossynove e Kivsharivka, come denunciato dal governatore Synegoubov.

La controffensiva ucraina

Nel frattempo, la scorsa notte, droni ucraini hanno attaccato l’aeroporto militare di Kushchevsk e la raffineria di petrolio di Slavyansk, nella regione russa di Krasnodar. Questo è stato il secondo attacco con droni a questi obiettivi nelle ultime tre settimane. L’impianto petrolifero ha interrotto l’attività per valutare i danni, secondo quanto riferito dalle forze di Kiev a Ukrinform. Dall’inizio dell’anno, gli ucraini hanno intensificato gli attacchi alle raffinerie russe, cruciali per l’economia del Paese invasore.

Leggi anche: Cannes, allarme terrorismo: spiaggia evacuata

Continua a leggere su TheSocialPost.it

Ultimo Aggiornamento: 19/05/2024 18:25