Vai al contenuto

Azzannata dai suoi due “Xl Bully”: donna di 50 anni muore in casa

Pubblicato: 21/05/2024 16:59

Un’aggressione violentissima quella sferrata da due XL Bully che hanno attaccato la loro padrona, una donna di 50 anni, azzannandola in casa, lasciandola in fin di vita nella sua villetta bifamiliare in una strada senza uscita alla periferia di Londra. La terribile tragedia è avvenuta a Cornwall Close, un tranquillo quartiere residenziale a est della Capitale britannica: la polizia è stata allertata nel primissimo pomeriggio della giornata di ieri, 20 maggio, dai vicini di casa della donna che hanno sentito i cani abbaiare e le urla della donna.

La tragedia, infatti, si è consumata a Cornwall Close, un tranquillo quartiere residenziale a est della Capitale britannica: la polizia è stata allertata nel primissimo pomeriggio della giornata di ieri, 20 maggio, dai vicini di casa della donna che hanno sentito i cani abbaiare e le urla della donna. Gli agenti sono intervenuti immediatamente insieme all’ambulanza che ha tentato di salvare la 50enne aggredita dai suoi due cani, ma non c’è stato niente da fare. I vicini hanno riferito forti rumori provenienti dalla casa della donna, urla strazianti che non facevano presagire nulla di buono.

Un portavoce delle forze di polizia ha dichiarato al Mirror che i due cani erano stati rinchiusi in una stanza della casa al momento del loro arrivo, e che una volta aver valutato l’intera situazione sono riusciti a portarli via, procedendo quindi al loro sequestro.
Leggi anche: Bambino ucciso dal pitbull, il racconto: “Il cane aveva la testa del piccolo in bocca”

Gli XL Bully sono stati banditi in Inghilterra

I due cani XL Bully erano “regolarmente registrati”, riporta nuovamente la polizia, dal momento che la razza canina è stata bandita in seguito alle numerose aggressioni fatali alle persone. Gli XL Bully sono la prima razza ad essere vietata dall’introduzione nella nazione della legge sui cani pericolosi nel 1991.

“L’American Bully Xl è un pericolo per le nostre comunità, in particolare per i nostri bambini”, ha dichiarato il premier Rishi Sunak. “Attualmente non è una razza definita dalla legge, quindi questo primo passo fondamentale deve essere fatto in fretta. È chiaro che non si tratta di una manciata di cani male addestrati, ma di un modello di comportamento che non può continuare”, ha aggiunto, spiegando di aver dato mandato ai ministri di collaborare con la polizia e gli esperti per definire la razza “al fine di metterla fuori legge”.

Si ritiene che il Bully Xl, una variante dell’American Bully, sia stato portato nel Regno Unito intorno al 2014. Questi animali sono nati negli Stati Uniti alla fine degli anni ’80, quando sono stati incrociati gli American Pit Bull Terrier e gli American Staffordshire Terrier. Esistono quattro varianti: standard, pocket, classic e Xl.
Leggi anche: Francesco Pio ucciso dai pitbull, dissequestrati i cani: dovranno essere rieducati

Continua a leggere su TheSocialPost.it