Vai al contenuto

“Posizione Velleitaria”. Scontro fra Santoro e De Bortoli a Otto e Mezzo. Il conduttore: “Il duello Meloni-Schlein l’ho fatto saltare io” (DUE VIDEO)

Pubblicato: 21/05/2024 12:35

Ieri sera, durante la puntata di Otto e Mezzo, l’ex direttore del Sole 24 Ore Ferruccio De Bortoli e Michele Santoro si sono scontrati sul tema più dibattuto degli ultimi mesi: la Guerra in Ucraina. Il popolare conduttore, ora a capo del suo partito politico Pace, Terra e Dignità, ha espresso un’opinione che sembra essere sempre più diffusa in Europa. Cioè che il conflitto fra Kiev e Mosca deve terminare al più presto. E che la Nato ha grosse responsabilità per quello che è successo. Una posizione che non è piaciuta a De Bortoli, che ha accusato Santoro di esprimere una “posizione velleitaria“. Infatti, secondo il giornalista, “se dobbiamo dar seguito alle indicazioni di Michele, gli ucraini dovrebbero arrendersi e lasceremmo spazio alla Russia di coltivare il proprio progetto neo imperiale“. De Bortoli è chiaramente in disaccordo con questa posizione, e infatti ha spiegato quale sarebbe la sua idea per il futuro dell’Europa.(continua dopo il VIDEO)

<

>

“Dobbiamo armarci in termini di deterrenza“, ha spiegato durante il suo intervento. “E meno male che c’è stata la deterrenza durante la Guerra Fredda, perché poi il sistema sovietico è caduto anche per questa ragione”. L’accostamento di De Bortoli non ha convinto tutti, perché la situazione mondiale durante la Guerra Fredda era molto diversa da quella attuale. In ogni caso, il giornalista ha continuato affermando che “ci saranno anche stati gli errori che ha commesso la Nato, e li ha enumerati anche lo stesso Michele. Però è indubitabile: noi dobbiamo difendere quelli che sono i nostri diritti, la nostra civiltà in una difesa di pace all’interno dell’Europa, perché l’Europa è una costruzione di pace“. (continua dopo il VIDEO)

<

>

Oltre a questa discussion,e che ha visto i due colleghi su posizioni molto diverse, un’altra affermazione di Santoro ha colpito gli spettatori. “Il duello fra Meloni e Schlein l’ho fatto saltare io“, ha detto infatti il conduttore. “Sono uno dei protagonisti di questa polemica con Bruno Vespa. Il problema è che nessuno avrebbe impedito a Bruno Vespa di fare nei suoi spazi un dibattito che vedesse contrapposte Meloni e Schlein. Poteva fare a Cinque Minuti o a Porta a Porta tutto quello che voleva. Avendo poi soltanto l’obbligo di offrire pari opportunità a tutti gli altri partecipanti della campagna elettorale”. Ma questo, si sa, non sarebbe stato possibile. Quindi la sparata di Santoro, questa sì, è apparsa piuttosto velleitaria. Ma la sua posizione, insieme a quella di altri rappresentanti politici, ha contribuito a far saltare un dibattito che avrebbe potuto risultare interessante.

Continua a leggere su TheSocialPost.it