Vai al contenuto

“Non conta un c…”. Santoro, attacco in diretta: cosa ha detto e con chi se l’è presa

Pubblicato: 29/05/2024 11:15
Santoro

Michele Santoro si è letteralmente infiammato nel corso dell’ultima puntata di “DiMartedì”, andata in onda il 28 maggio su La7. Ospite di Giovanni Floris, ha parlato della strettissima attualità, infiammando il dibattito in vista delle elezioni europee. La conversazione tra i due giornalisti si è aperta con l’ormai noto “saluto” della premier Meloni a Vincenzo De Luca a Caivano: “Sono quella stronza della Meloni”, ha detto al governatore campano ripresentando il vecchio insulto subito. Santoro, però, nel commentare la notizia ha puntato il dito contro l’informazione, e in particolar modo contro la Rai per aver dato spazio al siparietto: “Siamo tornati ai cinegiornali degli anni ’50. I Tg ormai fanno propaganda”, ha detto il giornalista, che poi ha aggiunto: “La macchina che si mette in moto attraverso il telegiornale fa la propaganda con il culo degli altri, cioè il nostro”. (Continua a leggere dopo il video)
Leggi anche: Pippo Baudo, come sta davvero. Parla lo staff del presentatore

Poi si passa a commentare un altro video, quello della premier dedicato ai telespettatori di La7. E qui Santoro sbotta definitivamente: “Non ha le capacità e le qualità per fare la presidente del Consiglio“. E ancora: “Una premier che attacca una rete tv è come uno che si scaccola a tavola“. Ma il turpiloquio non finisce qui, anzi. “A me quello che preoccupa di più è il fatto che stiamo quasi rinunciando a fare del nostro Paese un grande Paese, nelle sue strutture economiche, industriali, civili, nella Rai…. Abbiamo la Ducetta che non conta un beneamato c…“, attacca ancora Santoro. Poi il finale: “Non vedo politici di grande statura, mi sembra di essere immerso nell’isola dei famosi: la Meloni con gli aggiustini per sembrare più carina e gli altri che rincorrono”.

Continua a leggere su TheSocialPost.it

Ultimo Aggiornamento: 29/05/2024 16:38