Vai al contenuto

Polemica Saviano sulla sua esclusione a Francoforte: “È stato Mazza”

Pubblicato: 29/05/2024 20:59
Polemica Saviano sulla sua esclusione a Francoforte: “È stato Mazza”

Roberto Saviano parteciperà alla 76esima edizione della Buchmesse di Francoforte. Si tratta di uno degli eventi letterari più importanti al mondo, che si terrà dal 16 al 20 ottobre. L’invito è arrivato dal presidente della Fiera, Jürgen Boos, e da varie associazioni editoriali tedesche, dopo che era stato escluso dalla lista di autori italiani selezionati da Mauro Mazza. Mazza è il commissario straordinario designato dal governo italiano su proposta della presidente del Consiglio, Giorgia Meloni.
Leggi anche: L’Italia presenta gli scrittori per la Fiera del Libro di Francoforte, ma scoppia il caso Saviano: ‘Non è invitato’

Martedì, Mazza aveva presentato a Francoforte gli autori italiani invitati e il programma di eventi organizzati dall’Italia. Quando un giornalista tedesco ha chiesto se l’esclusione di Saviano fosse legata alle sue critiche al governo, Mazza ha risposto di aver scelto autori con opere “integralmente originali”. Inoltre, ha spiegato che Antonio Scurati, Alessandro Piperno e Paolo Giordano non sarebbero presenti per altri impegni. Tuttavia, Giordano ha svelato sui social che aveva deciso di non partecipare dopo aver scoperto che Saviano non era stato invitato.

Fiera del libro di Francoforte, Saviano: “Il mio nome cassato da Mazza”

Le parole di Saviano sul suo profilo Instagram ufficiale: “Il Governo prova di nuovo a censurarmi e in occasione della 76esima edizione della Buchmesse di Francoforte, la Fiera del libro tra le più importanti al mondo, dove l’Italia quest’anno è ospite d’onore, nel lungo elenco di scrittori portati a Francoforte e scelti da Mauro Mazza, non figura il mio nome. In risposta il direttore della Fiera Jürgen Boos mi ha invitato a esserci, così come l’Associazione degli Editori tedeschi, l’Associazione dei librai, nonché la tv di Stato ZDF. Insomma, ci hanno provato ancora a censurarmi ma non ci sono riusciti.”.

La decisione di escludere Saviano è stata interpretata da molti come un’interferenza politica del governo italiano nella cultura. Lo scrittore Sandro Veronesi ha annunciato la sua rinuncia alla partecipazione, denunciando le motivazioni politiche dietro la selezione degli autori. Anche Francesco Piccolo e il poeta Franco Buffoni hanno ritirato la loro partecipazione in segno di protesta. Altri scrittori hanno manifestato solidarietà a Saviano senza cancellare la loro presenza alla fiera.

In un’intervista, Saviano ha dichiarato di essere “fiero di non essere stato invitato da quello che ritiene il più ignorante governo della Storia italiana”. Criticando così le ‘motivazioni risibili’ dietro la sua esclusione. Ha sottolineato che molti intellettuali invitati partecipano frequentemente al dibattito pubblico. Nonostante tutto, Saviano sarà presente alla Buchmesse su invito di Boos e delle associazioni editoriali tedesche, ribadendo così il suo ruolo significativo nel panorama culturale internazionale.

Continua a leggere su TheSocialPost.it

Ultimo Aggiornamento: 30/05/2024 11:35