Vai al contenuto

“Francesca Fagnani minacciata dalla malavita di Roma”: la prefettura attiva la vigilanza

Pubblicato: 30/05/2024 16:17

Francesca Fagnani sembra essere finita dritta nel mirino della mala romana. Secondo quanto appreso da Repubblica la giornalista è stata vittima di diverse minacce da parte dei più pericolosi ambienti della capitale. Minacce pervenute dopo l’uscita del suo libro “Mala Roma Criminale”. Un testo che ha dato rilevanza nazionale alla malavita dell’Urbe spesso raccontata solo nelle cronache locali dei principali quotidiani.
Leggi anche: Mala. Roma criminale”, il libro inchiesta di Francesca Fagnani sulla malavita nella capitale

La giornalista, durante una delle presentazione del libro aveva dichiarato: “Il mio libro parte da un omicidio quello di Fabrizio Piscitelli, soprannominato Diabolik o Diablo ucciso il 7 agosto del 2019 presso il Parco degli Acquedotti di Roma, capo degli Irriducibili ovvero il gruppo di ultras della Società sportiva Lazio e figura di rilievo nel traffico di droga a Roma, vicino a Michele Senese e Massimo Carminati. La ricostruzione da parte degli inquirenti del suo assassinio ha fatto sì che si aprisse una sorta di Vaso di Pandora fatto di omicidi, torture, rivalità, spaccio di ingenti quantità di droga, intrecci tra criminalità organizzata e politica, insomma di tutto. Era pertanto necessario scrivere questo libro perché nell’opinione pubblica c’è una certa resistenza a vedere Roma come una città malavitosa. La criminalità romana è carina ma non per questo meno feroce e  spietata. Mi rendo conto di aver scritto un libro violento. Eppure non ci troviamo a Tijuana, ma a Roma”.

La Fagnani, oggi conduttrice del talk show “Belve”, è stata avvisata nei giorni scorsi da parte delle autorità. E per garantirle protezione le è stato fornito un servizio di vigilanza da parte delle forze dell’ordine che adesso la controllano con maggiore costanza. Insomma, una questione piuttosto delicata che la giornalista ha affrontato in prefettura.

Continua a leggere su TheSocialPost.it

Ultimo Aggiornamento: 30/05/2024 16:44