Vai al contenuto

Orribile incidente in aeroporto. Passeggeri sotto choc. Cosa è successo

Pubblicato: 30/05/2024 09:48

E’ successo tutto in pochi istanti, sotto gli occhi impietriti e increduli dei passeggeri, alcuni dei quali sono rimasti così scioccati da avere bisogno di un supporto psicologico prontamente offerto dalla linea aerea Klm, a cui appartiene il velivolo coinvolto nell’incidente. La tragedia si è consumata mentre un Jet Embraer ERJ-190 della compagnia olandese si apprestava al decollo all’aeroporto internazionale di Schiphol, ad Amsterdam. All’improvviso, per cause in via di accertamento, un uomo è stato risucchiato fra le pale rotanti della turbina di un motore acceso dell’aereo, ed è andato incontro a una morte orribile sotto gli occhi dei passeggeri e del personale. “Al momento ci stiamo occupando dei passeggeri e dei dipendenti che hanno assistito all’incidente a Schiphol”, ha scritto in un comunicato la compagnia aerea. “Le circostanze sono al momento oggetto di indagine“. (continua dopo la foto)

Non solo le cause di questa tragedia, ma anche l’identità della vittima non è ancora stata resa nota. In Olanda l’incidente ha scioccato il Paese intero, tanto che i quotidiani hanno riportato la notizia in prima pagina e lo scalo ha posto le bandiere nazionali a mezz’asta in segno di lutto. Il volo teatro della terribile fine della vittima di questo incidente si apprestava a partire verso la Danimarca. Le ipotesi attualmente al vaglio degli inquirenti sono due: potrebbe essersi trattato di una fatalità, oppure di un suicidio. Secondo un dipendente della compagnia aerea che ha assistito al fatto, una persona sarebbe “saltata nel motore” mentre l’equipaggio aveva appena comunicato le istruzioni sulla sicurezza del volo. Passeggeri e personale avrebbero sentito un “rumore infernale” e poi avrebbero visto del fumo uscire dal motore dell’aereo. (continua dopo la foto)

Tra i punti ancora non chiariti c’è per l’appunto l’identità della vittima. Per ora non si sa ancora se si trattasse di un uomo o di una donna. E non si sa nemmeno se fosse un passeggero dell’aereo oppure un dipendente dello scalo olandese. La notizia ha fatto subito il giro del Web, dando vita a una ridda di ipotesi. L’ispettorato di Polizia propende per un incidente sul lavoro, mentre la Polizia di frontiera olandese ha comunicato che i passeggeri sono stati fatti scendere dall’aereo ed è stato offerto loro supporto psicologico. Lìincidente di Amsterdam ha pochissimi precedenti per la sua dinamica, anche perché le misure di sicurezza sui voli sono molto stringenti. Un caso simile si era verificato a Gennaio di quest’anno all’aeroporto di Salt Lake City, negli Stati Uniti. Ma in quel caso l’uomo risucchiato da un motore era salito volontariamente sull’ala di un aereo.

Continua a leggere su TheSocialPost.it