Vai al contenuto

Addio a Loris Comparin, il campione di karate che ha emozionato il mondo

Pubblicato: 02/06/2024 10:21

Vicenza – Una notizia che ha sconvolto la comunità del karate e non solo. Loris Comparin, pluricampione mondiale di karate, è scomparso a soli 46 anni a causa di una tonsillite acuta degenerata in setticemia. Ricoverato da due settimane all’ospedale di Santorso, Loris ha combattuto l’ultima battaglia della sua vita senza riuscire a vincerla.

Un ragazzo meraviglioso

A dare l’annuncio è stato Sean Henke, presidente della Fesik (Federazione Educativa Sportiva Italiana Karate), che ha affidato ai social un commosso messaggio: «Questa è una notizia che non avrei mai voluto sentire. Loris è stato un ragazzo meraviglioso, impossibile non volergli bene. Sempre allegro, sorridente, gioviale, con quella sana follia di chi ama la vita. È stato un grande atleta, uno dei più grandi che la Fesik abbia mai avuto».

Loris Comparin, originario di Thiene ma residente ad Arsiero, ha costruito una carriera straordinaria nel karate, diventando 23 volte campione italiano, 3 volte europeo, 4 volte campione del mondo e 2 volte intercontinentale nella specialità Kumite (combattimento). Tra i tanti successi, amava ricordare con orgoglio la medaglia vinta al mondiale del 2005 in Brasile.

Un atleta eccezionale

Henke ha continuato a ricordare Loris come un atleta dalle incredibili capacità atletiche: «Grazie alla sua esperienza e agli insegnamenti del padre Oscar, aveva acquisito una elevata competenza tattica che ha trasmesso con sapienza e professionalità ai suoi allievi del Centro Sport Thiene. Da quando abbiamo saputo del suo ricovero, abbiamo sperato in un miracolo, ma purtroppo non è arrivato. Il mondo del karate piange non solo un grande atleta, ma anche un grande uomo, onesto e dall’animo buono».

Il cordoglio della comunità

Le parole di Henke sono state accompagnate dalle condoglianze del sindaco di Thiene, Gianantonio Michelusi: «Sono vicino, in questo triste momento, alla sua famiglia. La sua scomparsa prematura lascia un vuoto incolmabile nei cuori di tutti coloro che lo hanno conosciuto e ammirato. Loris non era solo un atleta eccezionale, ma anche un esempio di dedizione, passione e umanità. La sua forza, sia in campo che fuori, ha ispirato molti. Le sue vittorie erano il frutto di impegno costante e determinazione straordinaria. Thiene perde un grande campione, il suo ricordo vivrà sempre nei nostri cuori».

Loris Comparin lascia un’eredità fatta di sudore, vittorie e insegnamenti. Alla famiglia – il padre Oscar, la madre Giacomina, la sorella Mara, il fratello Nicola e la figlia Gloria – vanno le più sentite condoglianze. In un mondo che spesso dimentica i suoi eroi troppo in fretta, la figura di Loris rimarrà impressa nel cuore di chi lo ha conosciuto e di tutti gli appassionati di karate. Un campione che, anche nella sua ultima, dolorosa battaglia, ha dimostrato di avere un animo grande e indomito.

Continua a leggere su TheSocialPost.it