Vai al contenuto

Addio a Michele Viola, travolto da un’auto mentre era in bici: era stato capo della Digos a Latina

Pubblicato: 04/06/2024 15:44

Lutto nella polizia di Stato. Michele Viola, 52 anni, attuale capo di gabinetto della questura di Taranto, è stato travolto e ucciso in bicicletta mentre percorreva la statale 172 che collega Taranto a Martina Franca. Un lutto anche per la questura di Latina, dove Viola aveva lavorato dal 2007 al 2012 come capo della Digos. Viola era in sella alla sua bicicletta, sulla strada Statale 172  tra Taranto e Martina Franca, quando una Ford lo ha travolto in pieno non lasciandogli scampo. Intanto Reggio Calabria, città di cui era originario, piange il suo cittadino che, oltre a essere un dirigente di polizia, era marito e papà di un ragazzo di 13 anni.

Il suo era stato un percorso professionale di eccellenza. Aveva prestato servizio anche nella Dia a Reggio Calabria, poi a Messina. Nel 2022 era diventato dirigente del commissariato di Palmi e da soli due mesi era stato trasferito alla questura di Taranto. Sui social decine di messaggi di cordoglio.Lo ricorda anche il Sap, sindacato autonomo di polizia: “Il Sap si stringe nel ricordo e nel dolore ai familiari del capo di gabinetto della questura di Taranto. Il dirigente Michele Viola è scomparso ieri all’età di 52 anni in un tragico incidente stradale sulla statale 172”.

Non ha tardato ad arrivare neppure l’addio da parte FSP Polizia Taranto: “Mai avremmo pensato di fare questo post, non è facile trovare le parole giuste in questi momenti, ci stringiamo attorno alla famiglia del Dottor Michele Viola, nostro Capo di Gabinetto venuto a mancare poche ore fa a causa di un incidente stradale – scrivono sui social – Anche se molti di noi hanno avuto il piacere di conoscerti solo due mesi fa, ti ricorderemo sempre per la tua simpatia ed il tuo sorriso coinvolgente”

Continua a leggere su TheSocialPost.it