Vai al contenuto

Filippine, erutta il vulcano Kanlaon: nube di cenere fino a 5 chilometri nel cielo

Pubblicato: 04/06/2024 11:14

Un enorme nube di cenere che si è innalzata fino a cinquemila chilometri dopo l’eruzione del vulcano Kanlaon, nelle Filippine. È accaduto lunedì 3 giugno e il fatto ha causato la cancellazione di decine di voli. L’Istituto filippino di vulcanologia e sismologia (Phivolcs) ha affermato che l’eruzione, avvenuta alle 18.51 ora locale, è durata sei minuti ed è stata preceduta da un “forte terremoto”. Le immagini sui social media mostrano una spessa coltre di fumo nera che si alzava nel cielo notturno stellato. Altri mostravano una spessa coltre di cenere che ricopre le case.
Leggi anche: La piccola Elettra morta dopo aver ingoiato un tappo: aperta un’indagine. La mamma:“Non deve accadere mai più”

Secondo l’ Autorità per l’aviazione civile delle Filippine, oltre 60 voli sono stati cancellati durante la notte, lasciando a terra oltre 5mila passeggeri. L’aeroporto di Bacolod-Silay ha ripreso le operazioni martedì alle 11, ma si prevedono ritardi per i passeggeri. Dato che il livello di allerta sul vulcano è stato alzato a 2 su 5, i funzionari del governo locale hanno ordinato l‘evacuazione obbligatoria di tutti i residenti che vivono entro un raggio di tre chilometri dal vulcano. Situato a Negros, la quarta isola più popolosa dell’arcipelago, il Monte Kanlaon è uno dei 24 vulcani più attivi del paese. Si trova a cavallo tra due province e nel punto più alto dell’isola con un’altitudine di 2.465 metri sul livello del mare.

Continua a leggere su TheSocialPost.it