Vai al contenuto

Elena Donazzan shock sui matrimoni misti: “Facilitano le infiltrazioni del terrorismo islamico”. È bufera

Pubblicato: 05/06/2024 20:40

“I matrimoni misti tra donne cattoliche e uomini musulmani possono facilitare le infiltrazioni del terrorismo islamico“. Questa affermazione proviene dall’assessora regionale veneta all’istruzione e al lavoro, Elena Donazzan, candidata per Fratelli d’Italia alle prossime elezioni europee.
Leggi anche: Vasco senza freni: “Le droghe non sono tutte uguali, Meloni deride libertà”

Donazzan sostiene che il matrimonio rappresenta un contratto sociale che conferisce molti diritti agli sposi, il che, secondo lei, è problematico. A suo avviso, la società può essere multietnica, ma non multiculturale: la convivenza di culture diverse può risultare problematica in un’epoca segnata dal terrorismo. Donazzan attribuisce la responsabilità di questa situazione alla progressiva “scristianizzazione” dell’Italia.
Leggi anche: Gli sposi Vincenzo e Francesca in ospedale dal papà malato di sla: il video commovente

Le reazioni dei partiti alle parole di Donazzan

La dichiarazione ha suscitato immediate reazioni. Il Partito Democratico ha espresso una ferma condanna tramite la deputata Ouidad Bakkali, che ha criticato duramente le parole di Donazzan. In una nota, Bakkali ha dichiarato: “La competizione Vannacci-FdI sta generando dei mostri. La presidente Meloni prenda immediatamente le distanze e condanni le parole dell’assessore regionale veneto all’istruzione e al lavoro, Elena Donazzan. È allucinante che chi sta governando il nostro paese si affianchi a persone che pronunciano frasi razziste e xenofobe che sembrano provenire dal medioevo“.

Anche Italia Viva ha reagito, con la coordinatrice nazionale Raffaella Paita che ha sottolineato come sia inaccettabile governare un paese con una classe dirigente che basa la propria identità politica su luoghi comuni e pregiudizi. Paita ha dichiarato: “Non si può pensare di governare un paese con una classe dirigente che ha nei luoghi comuni e, peggio ancora, nei pregiudizi le basi della propria identità politica”.

Le parole di Donazzan hanno quindi scatenato un acceso dibattito politico, evidenziando una forte polarizzazione delle opinioni su temi sensibili come il multiculturalismo e la sicurezza. Le reazioni dei vari esponenti politici dimostrano quanto tali dichiarazioni possano influenzare il discorso pubblico e la percezione delle politiche di integrazione e sicurezza nel contesto italiano.

Continua a leggere su TheSocialPost.it

Ultimo Aggiornamento: 17/06/2024 08:58