Vai al contenuto

Scrutatrice torna a casa per la pausa pranzo e si lancia dal balcone: morta sul colpo

Pubblicato: 11/06/2024 12:27

Un pomeriggio di votazioni si è trasformato in una tragedia a Siracusa, dove una donna di 58 anni, scrutatrice in un seggio della scuola Lombardo Radice in via Archia, si è lanciata dal balcone di casa sua, all’ottavo piano di una palazzina nei pressi di corso Gelone, a poca distanza dalla sezione elettorale. Le indagini dei carabinieri sono immediatamente scattate per far luce sull’accaduto. Secondo una prima ricostruzione, al vaglio dei militari, la donna sarebbe rientrata nella sua abitazione per una pausa pranzo. Non vedendola rientrare al seggio, qualcuno ha iniziato a preoccuparsi fino alla macabra scoperta fatta da un passante, che ha subito chiesto l’intervento dei soccorsi. Purtroppo, per la donna non c’era più nulla da fare: il suo cuore ha cessato di battere poco dopo l’impatto sulla strada.
Leggi anche: Antonio scomparso da giorni: ritrovato il cane. Il disperato appello della madre
Leggi anche: Intelligenza artificiale: è scontro tra Apple e Elon Musk

Le indagini

I carabinieri hanno già raccolto le prime testimonianze dai parenti e dagli amici della vittima, cercando di capire se avesse problemi di natura fisica o psicologica che l’affliggevano. Bisognerà capire cosa diranno gli altri scrutatori e il presidente del seggio in cui la vittima era in servizio, per accertare se avesse mostrato qualche segno di malessere prima di tornare a casa per poi prendere quella drammatica decisione.

In ogni caso, i carabinieri del comando provinciale di Siracusa stanno completando ulteriori verifiche, a cominciare dal fatto se in casa della 58enne ci fossero altre persone: un elemento cruciale per escludere ogni altra ipotesi, perché al momento la tesi prevalente è quella del suicidio. Sarà anche passata al setaccio la vita della donna per svelare se avesse dei problemi con qualcuno; ogni dettaglio viene preso in considerazione per comporre il mosaico della sua vita.

Naturalmente, la notizia del decesso della 58enne ha scosso non solo il seggio ma l’intera sezione elettorale. Gli scrutatori e i presidenti di seggio, conosciutisi poche ore prima dell’inizio delle operazioni di voto, sono rimasti profondamente colpiti da questa tragedia.

Continua a leggere su TheSocialPost.it