Vai al contenuto

“Ma vaff***!”. Cacciari sbotta, poi lascia lo studio: caos in diretta

Pubblicato: 13/06/2024 09:22
Cacciari

Massimo Cacciari, come è noto, è uno che le cose non le manda a dire, e difficilmente riesce a contenersi se qualcosa non gli va bene. L’ennesima dimostrazione di questa sua indole si è manifestata durante l’ultima puntata di “Accordi&Disaccordi“, il talk show di approfondimento politico che va in onda sul Nove. Qui il filosofo ed ex sindaco di Venezia ha avuto un accesissimo scontro con Italo Bocchino, mentre parlavano dei risultati e delle conseguenze delle ultime elezioni Europee. Nel corso del dibattito viene affrontato lo spinoso tema del grande astensionismo di questa ultima tornata elettorale. Da una parte, quindi, c’è Marco Travaglio che prova a sminuire la vittoria di Giorgia Meloni parlando della poca affluenza, dall’altra Italo Bocchino che che invece afferma: “L’astensionismo, come sostengono diversi politologi, non è detto che sia per forza negativo in termini assoluti. E vi spiego il perché. L’astensionismo a volte arriva anche da una certa serenità da parte dell’elettore nelle grandi democrazie mature. Chi non vota non teme il ritorno di una dittatura o delle camice nere. Ergo ha fiducia in una democrazia solida e dunque spesso ci si disinteressa dell’appuntamento elettorale”. Questa analisi, però, è stata la miccia che ha acceso Cacciari. (Continua a leggere dopo il video)

Dopo aver sentito queste parole pronunciate da Italo Bocchino, Massimo Cacciari va su tutte le furie e interviene in collegamento sbottando: “Ma scusa hai mai parlato con le persone per strada? Qualcuno ti ha detto che non va a votare perché viviamo in una democrazia matura?”, la domanda. Bocchino allora ribatte: “Tutti i giorni parlo con la gente in strada”. A questo punto Cacciari, senza fornire alcuna spiegazione, parte congli insulti: “Ma vaffanculo”, lo si sente dire. Poi abbandona la trasmissione, lasciando sconcerto e incredulità in studio e nel pubblico a casa.

Leggi anche: “Nella monnezza”. Salis, le frasi choc contro i poliziotti. Cosa spunta dalle carte delle condanne

Continua a leggere su TheSocialPost.it