Vai al contenuto

“Quanto godo!”. Cruciani contro Carola Rackete: cosa gli scappa in diretta

Pubblicato: 13/06/2024 09:34
Cruciani

Nell’ultima puntata de “La Zanzara”, andata in onda il 12 giugno, Giuseppe Cruciani ha commentato l’esito delle elezioni europee, concentrandosi su alcune delle figure più chiacchierate di questa tornata: Ilaria Salis, Roberto Vannacci e Carola Rackete. Tre profili completamente diversi tra loro, che hanno portato il conduttore a questa analisi: “Allora ragazzi immaginate questa situazione. Uno di destra si trova in carcere in attesa di giudizio nella democraticissima Spagna governata dai socialisti, oppure nella Francia governata dal signor Macron con l’accusa partecipazione a manifestazioni di spaccateste, occupazioni di suolo pubblico, occupazioni di case, eccetera, eccetera. A queste si aggiungono delle condanne definitive in Italia. Fratelli d’Italia o la Lega decidono quindi di portare questa persona al Parlamento Europeo. Secondo voi, cosa sarebbe accaduto?”, ragiona provocando la sinistra a proposito di Ilaria Salis. Poi continua: “Cosa sarebbe accaduto secondo voi se FdI e Lega avessero deciso di portare una persona con queste caratteristiche? Ci sarebbe stata la santificazione? No, sarebbero stati accusati di fascismo e di proteggete gli estremisti. E qui bisogna stare attenti perché c’è la santificazione della neo-eurodeputata che io voglio libera. Attenzione, io la vorrei libera però francamente la santificazione anche no”. (Continua a leggere dopo il video)

In seguito, Cruciani ha lanciato un appello agli ascoltatori che hanno votato per Vannacci: “Parenzo vi ha chiamato all’appello ieri, avete detto ‘venite fuori, non vi nascondete, voglio conoscere uno per uno i 500mila e rotti elettori che hanno votato per il generalissimo Vannacci’. Io rilancio, venite fuori, dite chi siete, come vi chiamate, che mestiere fate, esternate, parlate, non abbiate paura, voglio sentirvi io”. Infine, arriva la stoccata contro Carola Rackete, anche lei santificata dalla sinistra. Ebbene, anche per l’ex capitana è arrivato un bell’insuccesso elettorale: “Vi ricordate della signora Carola Rackete? È colata a picco! Gli elettori tedeschi l’hanno mandate a quel paese, la hanno presa a pedate nel sedere. La cosa incredibile è che lei si dice ‘preoccupata dal successo delle destre’. Non ha preso mezzo voto, ma è preoccupata dal vento di destra che c’è in Europa, in Francia e soprattutto in Italia”. Quindi la chiosa: “La signora Carola Rackete, quanto godo, mamma mia!”.

Leggi anche: “Nella monnezza”. Salis, le frasi choc contro i poliziotti. Cosa spunta dalle carte delle condanne

Continua a leggere su TheSocialPost.it