Vai al contenuto

Liliana Resinovich, Sciarelli perde la pazienza in diretta: “State sempre in televisione”

Pubblicato: 13/06/2024 23:39
Liliana Resinovich, arriva l'ok: nuova autopsia il prossimo 15 febbraio

Il caso della morte di Liliana Resinovich, trovata senza vita a Trieste nel gennaio 2022, continua a generare controversie e dibattiti. Federica Sciarelli, conduttrice del programma “Chi l’ha visto?”, ha recentemente ospitato il marito di Liliana, Sebastiano Visintin, per discutere del caso che, a oltre due anni dall’accaduto, rimane irrisolto. Visintin, visibilmente provato, ha espresso la sua frustrazione per la mancanza di chiarezza sulla morte di sua moglie, dichiarando: “Sono quasi 31 mesi che ancora non so cosa sia successo a Liliana, quando è morta, come è morta e perché è morta. Questo è il mio dramma”.
Leggi anche: Liliana Resinovich, nuove analisi e svolta nelle indagini: “Cambia tutto”

Durante l’intervista, Sciarelli ha manifestato una crescente irritazione nei confronti della continua esposizione mediatica del caso, sostenendo che la tragica vicenda sembri aver assunto i contorni di un film, con Visintin e Claudio Sterpin, amico intimo di Liliana, nei ruoli principali. “A volte ho l’impressione che lei e Sterpin siate diventati protagonisti di un film. State sempre in televisione ed è come se Liliana sia stata messa all’angolo,” ha commentato la conduttrice, sottolineando come l’attenzione mediatica sembri aver distorto il focus dal rispetto per la vittima.

Visintin ha replicato affermando che la sua presenza in televisione è una disperata ricerca di verità e pezzi mancanti della vicenda. “Mi consigliano di non andare in tv, ma sai cosa? Si va alla ricerca di pezzi… Io non mi sono mai permesso di offendere o parlare male di qualcuno. Sono state dette cose inumane, anche l’interruzione di gravidanza… Mi hanno ferito,” ha spiegato, riferendosi a commenti che ha trovato particolarmente dolorosi e lesivi.

La discussione ha toccato anche aspetti personali e dolorosi della vita di Visintin. Sciarelli ha posto domande su temi delicati, come il rapporto interrotto tra Visintin e suo figlio Piergiorgio, insinuando se quest’ultimo sospetti il padre di un coinvolgimento nella morte di Liliana. “Non è che suo figlio pensa che lei sia coinvolto?” ha chiesto la conduttrice, provocando una reazione indignata da parte di Visintin, che ha risposto con fermezza: “Ma che domande mi fa? Sono domande veramente pesanti.”

Questa interazione riflette le tensioni e le complessità emotive che circondano il caso. La morte di Liliana Resinovich rimane avvolta nel mistero, con indagini che non hanno ancora stabilito se si tratti di suicidio o omicidio. Mentre le risposte tardano ad arrivare, il dibattito pubblico continua a oscillare tra la ricerca di verità e il rispetto per la vita privata della vittima. Le ripetute apparizioni mediatiche e le discussioni accese non fanno che accentuare il dolore e l’incertezza di chi ha perso una persona cara, lasciando aperte domande su come trattare casi così delicati nel forum pubblico.

Continua a leggere su TheSocialPost.it

Ultimo Aggiornamento: 25/07/2024 11:44