Vai al contenuto

“I ciclisti sotto i camion? Se la vanno a cercare”: le frasi choc del consigliere FdI

Pubblicato: 15/06/2024 10:15

“Per voi che finite sotto i camion e mi dispiace, ma neanche tanto”. Con queste parole shockanti Paolo Roccatagliata, consigliere di Fratelli d’Italia, ha suscitato un’ondata di indignazione durante la seduta del Consiglio di Municipio 2 giovedì sera. Si stava discutendo una mozione di maggioranza volta a mettere in sicurezza il tratto della ciclabile di viale Monza che incrocia il Naviglio Martesana, ma l’intervento del consigliere ha rapidamente spostato l’attenzione su un tema ben più controverso.

Roccatagliata ha dichiarato che i ciclisti vittime di incidenti stradali mortali “se la vanno a cercare”, affermazione che ha suscitato sdegno tra i presenti. A denunciare le parole del consigliere è stato il presidente di Zona Simone Locatelli, che ha definito l’affermazione “gravissima” e particolarmente inappropriata, soprattutto considerando che proviene da un rappresentante delle istituzioni. “Come sapete io odio le biciclette”, ha aggiunto Roccatagliata, minimizzando gli incidenti stradali come episodi “inevitabili” e descrivendo le morti di ciclisti e pedoni come un “rischio ponderato”.

“Derubricare gli incidenti stradali in questo modo non fa altro che portare ulteriore dolore alle famiglie e agli amici delle vittime”, ha commentato Locatelli, chiedendo al partito di Giorgia Meloni di prendere le distanze dalle dichiarazioni del loro consigliere. Anche Donatella Ronchi, assessora di Zona, ha confermato l’avversione di Roccatagliata verso le biciclette, aggiungendo che il consigliere ha spesso espresso il suo odio per le due ruote, ma questa volta ha davvero superato il limite. “Stavamo discutendo una mozione molto importante”, ha dichiarato Ronchi, “quando ha iniziato a dire che per evitare incidenti basta scendere dalla bici e portarla a mano sul marciapiede”. Roccatagliata ha concluso il suo intervento sostenendo che se vieni investito mentre pedali, la colpa è tua.

Il consigliere, contattato al telefono, ha confermato la sua posizione, ritenendo sostanzialmente corretti i suoi commenti fatti in Consiglio. Questo non è il primo episodio controverso per Roccatagliata: il 27 febbraio 2023, durante una riunione remota della commissione di Zona, si era collegato dalla sala relax di un centro benessere ad Aprica, dove si trovava con la compagna. Non avendo disattivato il video, i consiglieri collegati lo avevano visto, per alcuni secondi, completamente nudo. Anche in quell’occasione, Roccatagliata si era difeso sostenendo che lavorare dalla sauna fosse la normalità.

La questione sollevata dalle dichiarazioni di Roccatagliata mette in evidenza la necessità di un serio dibattito sulla sicurezza stradale e la protezione di tutti gli utenti della strada, in particolare i ciclisti e i pedoni, che sono i più vulnerabili. “Spero che il partito di Giorgia Meloni”, ha concluso Locatelli, “voglia essere al fianco di chi chiede misure di sicurezza stradale per tutti”.

Continua a leggere su TheSocialPost.it