Vai al contenuto

Tragedia nel motociclismo: Alvaro Ruiz muore in gara. Aveva appena deciso di ritirarsi

Pubblicato: 19/06/2024 20:11

Il mondo del motociclismo è nuovamente colpito da un lutto devastante. Dopo la tragica scomparsa del giovane pilota di SuperBike junior, Lorenzo Somaschini, un’altra terribile notizia arriva dall’Argentina: Alvaro Ruiz, noto pilota di motocross di 28 anni, è morto in seguito a un incidente durante un allenamento. Conosciuto affettuosamente come “Tiqui”, Ruiz si stava preparando a partecipare alla sua ultima gara prima di ritirarsi.

Alvaro Ruiz è morto mentre si allenava nel circuito di Eugster a Mansupa, in Argentina. La tragedia è avvenuta mentre Ruiz, a bordo della sua Yamaha YZF 250cc, stava completando il suo giro di allenamento in preparazione del secondo appuntamento del Campionato Argentino di Motocross NOA, dove correva nella categoria MX 3. Ruiz era un pilota esperto e rispettato, con numerose vittorie alle spalle nel mondo dell’enduro.

Secondo le prime ricostruzioni dell’incidente, Ruiz avrebbe perso il controllo della moto dopo un salto, finendo fuori pista e schiantandosi contro la recinzione perimetrale del circuito. Le cause esatte dell’incidente sono ancora sotto indagine, ma le prime indicazioni suggeriscono che il pilota potrebbe aver incontrato difficoltà durante l’atterraggio, che hanno portato alla perdita di controllo del veicolo.

La notizia della morte di Ruiz ha lasciato un vuoto profondo nella comunità del motocross e tra i suoi numerosi fan in Argentina. La sua morte è stata un duro colpo non solo per i suoi amici e familiari, ma anche per l’intera comunità sportiva, che lo ricorda come un pilota talentuoso e una persona eccezionale. Ruiz era noto non solo per le sue abilità in pista, ma anche per la sua personalità calorosa e il suo impegno verso lo sport che amava.

Ruiz aveva una lunga carriera nel motocross e nell’enduro, guadagnandosi un posto di rilievo nel circuito sudamericano. Era amato per la sua dedizione e il suo spirito competitivo, che lo avevano reso un favorito tra i fan e un avversario rispettato tra i colleghi. La sua decisione di ritirarsi dopo l’ultima gara era motivata dal desiderio di dedicarsi alla sua famiglia e di esplorare nuovi orizzonti al di fuori del mondo delle corse.

Il circuito di Eugster, dove è avvenuto l’incidente, è conosciuto per le sue sfide tecniche e la sua pista impegnativa. La comunità locale è stata profondamente scossa dalla tragedia, e i tributi a Ruiz si sono moltiplicati sui social media, con amici, fan e colleghi che hanno espresso il loro dolore e il loro shock per la sua scomparsa prematura.

La Federazione Argentina di Motocross ha espresso il suo cordoglio attraverso una dichiarazione ufficiale, elogiando Ruiz per il suo contributo allo sport e ricordandolo come un campione sia in pista che fuori. “Alvaro Ruiz era un pilota di grande talento e un vero ambasciatore del nostro sport. La sua perdita è un duro colpo per tutti noi, e i nostri pensieri vanno alla sua famiglia e ai suoi cari in questo momento difficile”, si legge nel comunicato.

Continua a leggere su TheSocialPost.it

Ultimo Aggiornamento: 19/06/2024 20:19