Vai al contenuto

Strage bus di Mestre, i risultati delle perizie: “Lo sterzo del mezzo si è rotto improvvisamente”

Pubblicato: 21/06/2024 13:15
bus Mestre risultati perizie

Svolta decisiva nelle indagini sul bus precipitato dal cavalcavia di Mestre lo scorso 3 ottobre, causando la morte di 22 persone e il ferimento di altre 15. Il mezzo sarebbe stato vittima di un grave guasto che ha portato a una sterzata improvvisa. È questo il risultato delle perizie tecniche disposte dalla procura di Venezia.
Leggi anche: Strage del bus a Mestre: i risarcimenti della compagnia, che si rivale sul Comune

A rendere pubblica questa importantissima notizia, che dovrebbe mettere fine alle aspre polemiche sorte in questi mesi, è stato direttamente il Procuratore del capoluogo veneto Bruno Cherchi. Le perizie avrebbero dunque stabilito che il bus precipitato a Mestre avrebbe subito la rottura di un perno del giunto che collega le ruote allo sterzo e che ha portato quindi il mezzo a sbandare in modo repentino e fatale.

Le dichiarazioni del Procuratore di Venezia

“Dall’analisi dei tecnici risulta la rottura del giunto, del sistema che porta il movimento dallo sterzo alle ruote. – spiega il Procuratore Cherchi – Questa rottura è legata alla rottura di un perno che all’interno del sistema collega il giunto. Sicuramente la rottura del giunto sembrerebbe avere una causalità con la situazione di ingovernabilità del mezzo”.

Ma, sempre secondo le stesse perizie, la rottura del perno sarebbe però soltanto una delle cause che ha contribuito a provocare la strage. Ad esempio, è stato accertato che le barriere stradali presenti sul cavalcavia erano troppo vecchie e maltenute per riuscire a sopportare l’urto di un bus così pesante, anche se avvenuto a velocità non elevata. “Da stabilire però il nesso di casualità tra la rottura dello sterzo e lo stato delle barriere”, aggiunge infatti il Procuratore, confermando che al momento gli indagati sono tre funzionari del Comune di Venezia e l’amministratore delegato dell’azienda che gestiva l’autobus, La Linea.

Continua a leggere su TheSocialPost.it

Ultimo Aggiornamento: 22/06/2024 08:27