Vai al contenuto

Kenya, le proteste contro la legge finanziaria finiscono nel sangue: almeno 8 morti

Pubblicato: 25/06/2024 15:33

A Nairobi, capitale del Kenya, è scoppiata una violenta protesta che ha visto migliaia di cittadini assaltare il parlamento. La causa della rivolta è stata l’approvazione di una controversa legge finanziaria che prevede un aumento delle tasse. Gli scontri, trasmessi in diretta dalle televisioni nazionali, hanno avuto un epilogo drammatico con la morte di almeno otto manifestanti. Ci sono almeno otto morti.
Leggi anche: Julian Assange è un uomo libero, dopo aver patteggiato. Tornerà negli Usa

Le forze dell’ordine hanno risposto duramente, utilizzando lacrimogeni e procedendo a numerosi arresti. Tra i feriti figura il giornalista keniota Collins Olunga, dell’agenzia di stampa AFP, che è stato ricoverato in ospedale. Olunga ha rassicurato tutti sulle sue condizioni dichiarandosi “stabile”.

Tra i manifestanti anche la sorellastra di Barack Obama

Tra i manifestanti era presente anche Rita Auma Obama, nota attivista e sorellastra dell’ex presidente degli Stati Uniti, Barack Obama. La sua partecipazione ha ulteriormente acceso i riflettori internazionali sull’evento.

Le immagini diffuse dai media locali mostrano una parte dell’edificio parlamentare in fiamme, con alcuni deputati dell’opposizione che si sono uniti ai manifestanti. La confusione e il caos hanno caratterizzato tutta la giornata, con i cittadini infuriati che chiedono un cambiamento immediato e la revoca della legge finanziaria.

La situazione rimane tesa, con un’intera nazione in attesa di capire quali saranno i prossimi sviluppi.

Il video dell’assalto al parlamento in Kenya

Continua a leggere su TheSocialPost.it