Vai al contenuto

Picchia la moglie e la riduce in fin di vita, poi la nasconde: arrestato 41enne a Brindisi

Pubblicato: 28/06/2024 20:24

È finito in manette, arrestato dai carabinieri della Stazione di Latiano e da quelli del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Vito dei Normanni, l’uomo di 41 anni che nella serata di martedì 25 giugno ha ridotto in fin di vita la moglie. La donna si trova attualmente ricoverata nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Perrino. L’uomo è ora accusato di maltrattamenti e lesioni personali nei confronti della consorte.
Leggi anche: Giulia Cecchettin, quelle ultime foto con Filippo. Raccapricciante

Stando a quanto reso noto, la sera dell’accaduto le forze dell’odine si sono presentate nell’abitazione dei due coniugi, situata nel Brindisino, dopo aver ricevuto una segnalazione. Dopo diversi minuti, il marito ha aperto la porta, riferendo che la donna non era in casa. Le autorità, non convinte dalle affermazioni dell’uomo, hanno effettuato un sopralluogo nell’abitazione e nel giardino. Una volta dentro, i militari l’hanno trovata in fin di vita, nascosta sotto due lenzuola, con fratture ed ecchimosi su tutto il corpo. Il pubblico ministero di turno della Procura della Repubblica di Brindisi ha attivato subito il Codice Rosso e la donna è stata portata in ospedale.

Dopo l’avvio delle indagini che hanno evidenziato gravi indizi di colpevolezza a carico dell’uomo, il 41enne è stato arrestato. Nei suoi confronti è stata eseguita un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal giudice per indagini preliminari del Tribunale di Brindisi su richiesta della Procura della Repubblica. La dinamica dell’aggressione è ancora da ricostruire mentre si mantiene il massimo riserbo sulle condizioni ospedaliere della vittima, ancora ricoverata presso il reparto di Rianimazione dell’ospedale Perrino.

Continua a leggere su TheSocialPost.it