Vai al contenuto

Alex è scomparso, si cerca nel Piave

Pubblicato: 30/06/2024 23:04

Le ricerche di Alex Marangon, il giovane residente a Marcon (Venezia) scomparso nella tarda serata di ieri, sono state sospese intorno alle 20 di domenica 30 giugno. Alex si era allontanato da una festa che si stava svolgendo presso l’Abbazia Benedettina di Santa Bona a Vidor. L’allarme è stato lanciato dagli stessi amici presenti al party, e la macchina delle ricerche e dei soccorsi si è messa in moto intorno alle 10 di questa mattina.
Leggi anche: Alex Marangon scomparso dopo una festa, si cerca il suo diario segreto

Subito è stato attivato il piano provinciale della Prefettura per le persone scomparse, e le operazioni sono state coordinate dall’unità di comando locale. Qui operano gli esperti della TAS (topografia applicata al soccorso) per mappare le zone di ricerca, concentrate intorno a Vidor e Covolo di Pederobba.

“La festa era stata organizzata nell’Abbazia di Santa Bona,” ha spiegato il sindaco di Vidor Mario Bailo. “L’ultima volta che il ragazzo è stato visto era stanotte alle 3 del mattino. Dentro alla sua automobile sono stati ritrovati il telefono cellulare e i documenti.”

Le operazioni di ricerca hanno visto l’intervento dei nuclei cinofili, degli operatori fluviali intervenuti anche con un gommone, e dei sommozzatori di Venezia che si sono introdotti nel fiume Piave dalla spiaggetta dello Sghirlo. A supporto anche l’elicottero Drago 149 che ha sorvolato la zona del fiume Piave. Inoltre, i vigili del fuoco volontari di Asolo e la squadra di Montebelluna hanno fornito assistenza.

Nelle prime ore della serata, le perlustrazioni dei vigili del fuoco sono proseguite con l’ausilio dei droni con termocamere utili per rilevare fonti di calore a terra. Tuttavia, nonostante l’impegno delle numerose squadre coinvolte, le ricerche di Alex Marangon sono state sospese senza esito.

Continua a leggere su TheSocialPost.it