Vai al contenuto

Lancia gattino dal ponte e riprende tutto tra le risate degli amici. Presi i responsabili

Pubblicato: 06/07/2024 16:13

Un episodio di crudeltà verso gli animali ha scatenato un’ondata di indignazione in tutta la Sardegna. Un ragazzino è stato ripreso mentre lanciava un gattino da un ponte, tra le risate e il divertimento di due amici che erano con lui. Le immagini, che hanno rapidamente fatto il giro delle chat e dei social network, hanno suscitato una reazione di sdegno tra gli utenti della rete e le associazioni animaliste.
Leggi anche: Sardegna, tragico incidente: divampa l’incendio. “È una carneficina…”

La denuncia delle associazioni animaliste

I responsabili delle associazioni Aidaa, Lega Italiana dei Diritti degli Animali e Zampe hanno agito prontamente, denunciando l’accaduto alle Procure competenti. Grazie ai fotogrammi del video, è stato possibile identificare il giovane autore del gesto, che ora rischia di essere accusato di maltrattamento di animali. Anche gli altri due ragazzi coinvolti, tutti minorenni, potrebbero affrontare conseguenze legali per il loro comportamento.

Il video, divenuto virale in poche ore, mostra il gattino spaesato e immobile sul palmo del giovane, prima di essere lanciato nel vuoto tra gli alberi. La crudeltà dell’atto ha sconvolto molti, portando alla luce il problema della violenza sugli animali da parte dei più giovani.

Reazioni e commenti

Cosetta Prontu, presidente della Lega Italiana dei Diritti degli Animali di Olbia, ha espresso il proprio sdegno: «Ancora una volta sono i giovani a rendersi protagonisti di crudeltà inenarrabili nei confronti degli animali. È solare che qualcosa nella società non vada nel verso giusto. Gli autori di atti come questi sono figli di una cultura retrograda, secondo cui la vita di un animale vale meno di niente, che scaricano le proprie insoddisfazioni sui più deboli, probabilmente alla ricerca di gratificazioni che non sono capaci di trovare in una professione o in un percorso di studi. O semplicemente per avere successo sui social network».

Le associazioni animaliste chiedono provvedimenti seri e pene severe per chi si macchia di simili crudeltà. «Servono provvedimenti seri e pene severe, che siano da monito e soprattutto idonei a porre fine a questa crescente ondata di violenza dilagante e incontenibile», ha aggiunto Cosetta Prontu. L’appello delle associazioni è volto a sensibilizzare la società e le istituzioni sull’importanza di educare i giovani al rispetto per la vita animale e di contrastare con decisione ogni forma di maltrattamento.

Continua a leggere su TheSocialPost.it