Vai al contenuto

Francesca Deidda scomparsa da settimane a Cagliari: il marito fermato per omicidio, “usava il suo telefono dopo averla uccisa fingendo fosse viva”

Pubblicato: 08/07/2024 13:38

Una donna di 42 anni. Francesca Deidda, è scomparsa dallo scorso maggio nel Cagliaritano, a Iglesias. Il marito, Igor Sollai, di 43 anni, è stato fermato con l’accusa di omicidio aggravato e occultamento di cadavere. In queste ore è prevista l’udienza di convalida del fermo, che potrebbe gettare nuova luce su quello che sembra essere un ennesimo caso di femminicidio. A quanto pare all’uomo è stato anche contestato il fatto di avere, per mesi, utilizzato il telefono della donna per fingere che lei fosse viva, al punto da aver inviato messaggi e mail anche al suo luogo di lavoro. Addirittura l’uomo avrebbe mandato una mail in cui la donna sembrava volersi licenziare.
Leggi anche: Orrore a Ponza, lavoratore stagionale stupra la figlia 16enne dei vicini

A metà maggio, la denuncia di scomparsa è stata presentata ai carabinieri della Compagnia di Iglesias dal fratello della donna e da una collega di lavoro. La denuncia ha subito attivato le ricerche e le verifiche da parte degli investigatori dell’Arma. Le dichiarazioni del marito, ascoltato a lungo dagli inquirenti, hanno destato sospetti e non hanno convinto gli investigatori.

Incoerenze nella dichiarazione del marito

Nel corso degli interrogatori, il marito ha fornito versioni dei fatti che non hanno retto al confronto con le prove raccolte. Le discrepanze e le incongruenze nelle sue dichiarazioni hanno spinto il pubblico ministero del tribunale di Cagliari a disporre il fermo dell’uomo, avvenuto nei giorni scorsi.

La notizia della scomparsa e del fermo del marito ha lasciato sotto shock la comunità locale. I residenti descrivono la coppia come apparentemente normale, senza segni evidenti di conflitti o tensioni. Tuttavia, l’evoluzione delle indagini ha rivelato un quadro ben diverso, portando alla luce possibili dinamiche di violenza domestica che potrebbero aver preceduto la scomparsa della donna.

Nelle prossime ore si terrà l’udienza di convalida del fermo, durante la quale il giudice valuterà le prove e le dichiarazioni raccolte finora. Questo passaggio sarà cruciale per determinare la prosecuzione delle indagini e le eventuali accuse formali contro il marito. La comunità e i familiari della donna attendono con ansia ulteriori sviluppi, sperando in una rapida soluzione del caso.

Il dolore dei familiari

Il fratello della donna e i suoi colleghi di lavoro sono sconvolti e cercano di trovare risposte a questa tragica situazione. “Non riusciamo a capire cosa possa essere successo. Era una persona solare, amata da tutti,” ha dichiarato una collega della vittima. La famiglia della donna è ora concentrata nel cercare giustizia per la loro amata, mentre le autorità continuano a lavorare instancabilmente per risolvere il caso.

Questo drammatico episodio si aggiunge alla triste lista di femminicidi che affliggono il nostro Paese. Ogni anno, troppe donne perdono la vita per mano di chi avrebbe dovuto amarle e proteggerle. La speranza è che le indagini possano portare alla verità e che la giustizia possa fare il suo corso, dando un segnale forte contro la violenza di genere.

Continua a leggere su TheSocialPost.it

Ultimo Aggiornamento: 09/07/2024 09:05