Vai al contenuto

Kiev, morti e feriti. Colpiti ospedale pediatrico e clinica ostetrica. Onu: “Era un missile russo”

Pubblicato: 08/07/2024 14:55

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky e il primo ministro polacco Donald Tusk hanno osservato un minuto di silenzio per le vittime dei sanguinosi attacchi russi di oggi. Zelensky è in visita in Polonia, uno dei principali sostenitori dell’Ucraina, prima di partire per il vertice della Nato, in programma a Washington.
Leggi anche: Kiev, Giorgia Meloni: “I bambini malati bombardati da Mosca mostrano il vero volto della Russia”

Bell: “Confermato che si trattava di un missile russo”

L’ospedale pediatrico di Kiev ha subito con un'”alta probabilità un colpo diretto” da un missile russo: lo ha detto la rappresentante dell’Alto Commissario Onu per i diritti umani in Ucraina, Danielle Bell.

Belle, che ha sottolineato la necessità di un’indagine più approfondita basata su filmati, ha affermato che l’ospedale è stato colpito da un missile da crociera KH101 “lanciato dalla Federazione Russa”. 

Il bombardamento russo è avvenuto mentre il presidente Volodymyr Zelensky era atteso a Varsavia, prima di volare poi al vertice della Nato a Washington. “I terroristi russi hanno attaccato ancora una volta in modo massiccio l’Ucraina con missili. Diverse città: Kiev, Dnipro, Kryvyi Rig, Sloviansk, Kramatorsk – ha detto Zelensky, elencando i principali centri civili nel sud e nell’est del Paese presi di mira dalle forze di Mosca -. Più di 40 missili di vario tipo. Edifici residenziali, infrastrutture e un ospedale pediatrico sono stati danneggiati”.

Biden: “Orribile promemoria della brutalità russa”

Biden ha comunicato che non ci sarà meno che il pugno di ferro dopo l’ultimo bombardamento su Kiev, che si dimostra essere “orribile promemoria della brutalità della Russia”. Lo ha dichiarato il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, sottolineando che “è fondamentale che il mondo continui a stare dalla parte dell’Ucraina in questo momento importante e che non ignoriamo l’aggressione russa. Il nostro sostegno all’Ucraina è incrollabile. Insieme ai nostri alleati, annunceremo nuove misure per rafforzare le difese aeree dell’Ucraina per aiutare a proteggere le loro città e i civili dagli attacchi russi. Gli Stati Uniti sono dalla parte del popolo ucraino”

Colpita la clinica ostetrica

Il Kyiv Independent ha riportato che la clinica ostetrica Isida a Kiev è stata colpita da missili russi che hanno causato almeno quattro morti e tre feriti.A quanto pare questo attacco arriva dopo quello contro un ospedale pediatrico sempre nella capitale ucraina. I Servizi di emergenza ucraini hanno spiegato che la clinica privata, che si trova nel quartiere di Dniprovskyi, è stata danneggiata nel raid. Non è chiaro se le vittime siano pazienti o personale della clinica. La clinica ostetrica Isida a Kiev è stata colpita da missili russi che hanno causato almeno quattro morti e tre feriti. Lo riporta il Kyiv Independent sottolineando che questo attacco arriva dopo quello contro un ospedale pediatrico sempre nella capitale ucraina. I Servizi di emergenza ucraini hanno spiegato che la clinica privata, che si trova nel quartiere di Dniprovskyi, è stata danneggiata nel raid. Non è chiaro se le vittime siano pazienti o personale della clinica.

Zelensky: “Ok abbattimento di razzi russi su territorio ucraino”

Volodimyr Zelensy h scritto su Twitter che l’accordo di sicurezza Polonia-Ucraina “include una disposizione per l’abbattimento di missili e droni russi lanciati nello spazio aereo ucraino in direzione della Polonia. Ci impegniamo a metterlo in pratica. Collaboreremo anche sugli aerei da combattimento, sia quelli già trasferiti dalla Polonia, sia la possibilità di trasferirne altri in futuro. Nel nostro accordo sulla sicurezza abbiamo formalizzato l’addestramento della Legione ucraina, una nuova unità militare volontaria, sul territorio polacco”

Bombardato l’ospedale pediatrico

I massicci raid sferrati oggi dalla Russia su Kiev hanno colpito una seconda struttura sanitaria: dopo l’ospedale pediatrico Okhmatdyt, in cui sono morte almeno cinque persone, un altro bombardamento ha colpito un altro ospedale dove sono morte quattro persone. “Attualmente sappiamo di quattro morti e tre feriti. Non c’è perdono per questo”, ha denunciato il difensore civico Dmytro Lubinets, come riporta l’agenzia Unian.

Le forze russe hanno ripetutamente preso di mira la capitale con massicci bombardamenti da quando Mosca ha invaso l’Ucraina nel febbraio 2022; l’ultimo grande attacco a Kiev con droni e missili è avvenuto il mese scorso. E come se non bastasse gli attacchi russi di oggi hanno colpito anche tre impianti elettrici a Kiev, secondo quanto riferito dall’operatore privato Dtek. “Tre sottostazioni di trasformazione della Dtek sono state distrutte o danneggiate nei distretti di Golosiivskyi e Shevchenkivskyi” della capitale Ucraina, ha comunicato Dtek su Telegram, precisando che anche le linee elettriche sono state danneggiate.

E cinque persone, tra cui due bambini, sono rimaste uccise nella regione di Kharkiv da una mina russa che ha colpito un veicolo. Lo ha reso noto il governatore spiegando che le vittime sono un uomo di 53 anni, una donna di 64 anni, un’altra ragazza di 25 anni, un bambino di cinque anni e un altro di tre mesi” ha scritto sui social media Oleg Synyegubov.

“L’ospedale pediatrico Okhmatdyt di Kiev è stato colpito da un attacco missilistico russo – ha scritto su X il commissario europeo per la Gestione delle crisi, Janez Lenarcic -. Le leggi di guerra sono state infrante troppe volte dalla Russia, ma prendere di mira un ospedale pediatrico va oltre la crudeltà. La Russia deve essere ritenuta responsabile dei suoi crimini contro il popolo ucraino”.

Orban: “È il momento di passare alla pace”

“Ho avuto la possibilità di parlare sia con il presidente ucraino che con quello russo. E credetemi: nei prossimi due, tre mesi la situazione diventerà molto più brutale sul fronte. È il momento giusto per passare da una politica di guerra a una politica di pace. Ci sono più armi e i russi sono più determinati. L’energia per lo scontro, il numero dei morti, il numero delle vittime sarà quindi più brutale degli ultimi sette mesi, nonostante questo fosse già molto brutale”. Queste le parole che il premier ungherese Viktor Orban ha rilasciato in un’intervista alla Bild. Parole profetiche se si pensa che già oggi la Russia ha lanciato decine di missili contro le città di tutta l’Ucraina, compresa Kiev, in attacchi che hanno ucciso in totale almeno 20 persone, ferendone altrettante, e distrutto l’ospedale pediatrico Okhmatdyt nella capitale, come denunciato dalle autorità locali.

Nell’intervista alla Bild, Orban ha detto che i russi “non perderanno la guerra in Ucraina” e che Putin ha “un’idea molto chiara” di come vincere. Per il premier magiaro bisogna avere “fiducia” a questo punto in Donald Trump, “uomo d’affari e di pace”. Parlando dell’Europa Orban ha aggiunto: “Mi dispiace doverlo dire, ma anche l’Europa ha una politica di guerra”. Secondo il premier ungherese il Vecchio Continente dovrebbe svincolarsi dagli Usa e condurre “una politica autonoma”.

Continua a leggere su TheSocialPost.it

Ultimo Aggiornamento: 09/07/2024 13:17