salvini j ax

Dalla politica alla musica, coi tempi che corrono, è un attimo. Cantanti impegnati e politici poco impegnati direbbe qualcuno ma la verità è che di politica sempre si parla, dappertutto, pur non parlandone davvero mai. Che l’ultimo e il primo diverbio politico dell’anno sia avvenuto dunque su Twitter tra un vicepremier e un rapper, non stupisce. È botta e risposta tra J-Ax e Matteo Salvini a suon di ironici bacioni.

L’ironia social è velenosa tra J-Ax e Salvini

Un bacione tira l’altro sotto le feste e non solo, accompagnato da un buon calice di ironia al veleno.

Sicuramente non si aspettavano il regalo di Natale l’un da parte dell’altro, ma forse non si sarebbero nemmeno immaginati di catturare così tanto l’attenzione. Eppure in questo ore non si parla d’altro se non dello scambio di battute piccate tra il famosissimo rapper italiano J-Ax e il ministro dell’Interno Matteo Salvini. Che i due non fossero grandi amici, è un dato di fatto da cui partire. Da sempre infatti J-Ax ha manifestato la sua disapprovazione nei confronti del leader della Lega attraverso dichiarazioni e testi di canzoni.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

“Sogno un mondo senza Salvini”. A J-Ax doppio bacione! ??

Un post condiviso da Matteo Salvini (@matteosalviniofficial) in data:

Dai baci doppi ai baci al cioccolato

L’ultimo vis-à-vis telematico è giunto proprio a ridosso della fine dell’anno e si è concluso nel 2019. Prima però, un antefatto: il pretesto bellico  va rintracciato infatti in alcune parole rilasciate da J-Ax poco prima della fine dell’anno quando, interpellato sulla paternità e sugli auguri al piccolo figlio nato da poco, il rapper aveva così chiosato: “Vorrei per lui un mondo senza guerra e senza inquinamento. E senza Salvini“. Al vicepremier non sono sfuggite queste ironiche e taglienti parole contro di lui alla quale ha voluto controbattere via social, il suo caro Twitter: “‘Sogno un mondo senza Salvini’ A J-Ax doppio bacione!

“. Una presa in giro che non è andata giù al rapper che ha voluto subito rincarare la dose, rispondendo a sua volta: “Grazie per i baci, ma preferirei che restituissi i 49 milioni di euro che la Lega ha rubato agli italiani. Bacini spalmati di crema al cioccolato“. Viene difficile credere che Salvini, pizzicato, non risponderà.