Se sul finire del 2018 dichiarava che il Festival di Sanremo dal punto di vista musicale non sembrava più capace di segnare la storia, quella di Beppe Vessicchio, agli inizi del 2019, suona come una profezia.

Quasi certa, ormai, la sua assenza dalla 69° edizione della competizione canora più famosa d’Italia.

Gli italiani non ne possono fare a meno

Sarà per la folta barba, il sorriso contagioso o le sembianze di “nonno d’Italia“, ma è impossibile ormai immaginare Sanremo senza di lui. Lo scorso anno lo aveva chiesto il pubblico, lo avevano urlato a gran voce i social in questi anni, inventando degli hashtag ad hoc diventati virali in pochissimo tempo (#uscitevessicchio il più famoso).

Tutto pur di vederlo agitare la bacchetta ed inchinarsi goffamente prima e dopo ogni esibizione, con il sorriso nascosto dai lunghi baffi.

Tutto pur di sentire l’eco del “Dirige l’orchestra il maestro Beppe Vessicchio”, a cui seguiva sempre un caloroso applauso della sala, anche da casa forse, come fosse uno di famiglia ormai. Sì, uno da invitare a pranzo la domenica e che lo immagini facilmente a  giocare con i nipotini.

Come lo conosciamo

Apparso con continuità in tv con la partecipazione al talent Amici di Maria De Filippi, (ma già prima aveva una lunga carriera alle spalle) come professore, ha vissuto le ultime edizioni del Festival tra palco e platea.

Gli ultimi anni, infatti, per niente lineari, lo hanno visto spesso apparire solo pochi giorni prima dell’inizio della gara. Nel 2016 aveva diretto a sorpresa il gruppo Elio e Le Storie Tese, quando ormai nessuno ci scommetteva più, per poi sparire nel 2017. Della sua assenza ne avevano parlato fin dopo la proclamazione del vincitore.

Nel 2018 di nuovo una piccola comparsa sulla scena con Mario Biondi ed Elio e Le Storie Tese, sull’onda dell’entusiasmo del pubblico in studio e da casa.

E poi la notizia di questi giorni, confermata dallo stesso Beppe, che avrebbe dichiarato: Il Festival lo vedrò dal televisore, va bene così.

Nessun cantautore infatti, pare abbia contattato il maestro, mentre le prove generali dell’orchestra sono già in corso. La notizia non lascia ombra di dubbio.

Ma il pubblico è sovrano, lo si sente sempre dire in tv, e la volontà del popolo negli anni è stata chiara: #uscitevessicchio, che sia come maestro o come ospite d’onore (magari).

Sono aperte le annuali scommesse su Vessicchio.

beppe vessicchio sanremo

Beppe Vessicchio