maltrattamenti bari

Ancora maltrattamenti all’interno di una struttura che i minori dovrebbe tutelarli, seguirli e guidarli in una vita di per sé complicata dall’autismo. Sono scattate inevitabilmente le manette per 4 educatrici nel barese per maltrattamenti su minori autistici: i video e le immagini scattate di nascosto dai Carabinieri le hanno inchiodate.

Arrestate 4 educatrici per maltrattamenti su ragazzini autistici

Non uno ma ben 100 gli episodi di maltrattamento che si sono ritrovati tra le mani i Carabinieri dopo aver posto segretamente delle telecamere all’interno di una struttura educativa di Noicattaro, in provincia di Bari. Al principio, ad allertare gli agenti di quanto stesse accadendo all’interno della struttura riabilitativa Istituto Sant’Agostino, era stata proprio la denuncia di una delle dipendenti. Visti i comportamenti violenti di alcune educatrici all’interno della struttura – specializzata nella creazione di percorsi educativi e nel sostegno riabilitativo di ragazzini affetti da autismo e altre patologie mentali – ha deciso di denunciarne la condotta. Una deposizione che ha comportato l’entrata in azione dei Carabinieri all’inizio dello scorso ottobre, con l’inserimento segreto di alcune fotocamere dentro la struttura.

GUARDA IL VIDEO:  

Ragazzini schiaffeggiati, legati alle sedie con le bocche tappate

I Carabinieri hanno seguito il comportamento delle educatrici uno dopo l’altro per un mese, ritrovandosi ora in mano video e fotografie che documentano almeno 100 episodi di violenza. Alcune delle violenze che si evincono dai filmati sono incommentabili: si tratta, nella maggior parte dei casi, di violenze fisiche subite dai ragazzini di età compresa tra i 7 e i 15 anni e soprattutto incapaci di denunciare le violenze. Dalle minacce agli insulti, il corredo di violenze è vario e brutale: in alcuni video in possesso dei Carabinieri si vedono chiaramente ragazzini legati alle sedie per non farli muovere, con le mani dietro la schiena e in bocca un fazzoletto a strozzare le grida di rivolta e i pianti. In altri ancora si vedono bambini spinto con violenza contro il muro, altri a cui la testa è stata pressata contro il pavimento; ragazzini immobilizzati con lacci, fili, bocche tappate e ancora schiaffi e calci. Per questi reati sono state arrestate 4 educatrici, due poco più che 40enni e due 30enni. Rimangono invece ancora aperte le indagini su altre due maestre.