Il messaggio della mamma nel giorno del compleanno di Giulio Regeni

Oggi, Giulio Regeni avrebbe compiuto 31 anni. Sua madre, Paola Deffendi, gli ha dedicato un breve messaggio su Twitter che rivela la sua rabbia e il suo dolore. Insieme al marito, da 3 anni ormai, la madre del ricercatore italiano ammazzato in Egitto, in circostanze che ancora devono essere chiarite dal punto di vista giuridico, chiede con forza che venga appurata la verità sulla morte di suo figlio.

Il messaggio della madre di Giulio Regeni per il compleanno di suo figlio

Oggi che Giulio Regeni avrebbe compiuto 31 anni se nessuno lo avesse ucciso, facciamo ancora i conti con l’assenza di una sentenza di condanna e con indagini lente che vanno avanti da ben 3 anni, senza tuttavia una svolta rilevante verso la verità.

La madre di Giulio Regeni: "Ti hanno rubato la vita"

Il manifesto di Amnesty International per chiedere verità per Giulio Regeni a 3 anni dalla sua morte

La madre del ricercatore italiano ucciso in Egitto, Paola Deffendi, ha così commentato questa ricorrenza, il compleanno di suo figlio, scrivendo su Twitter un messaggio pieno del suo dolore e della sua rabbia: “#veritapergiulioregeni Caro Giulio, ti hanno rubato la vita, sarebbero 31!

“.

Le indagini sulla morte di Giulio Regeni

Sono passati 3 anni dall’omicidio di Giulio Regeni. Tre anni che hanno visto le indagini procedere a singhiozzo e presunte crisi diplomatiche insorgere e poi rientrare, l’ultima è di pochi mesi fa, quando il presidente della camera Roberto Fico ha promesso l’interruzione dei rapporti con il parlamento egiziano se non ci fosse stata una svolta nelle indagini. La famiglia e i cari di Giulio Regeni ogni giorno vivono l’agonia causata dall’assenza di una verità giuridica sulla morte del ragazzo, sono ormai 3 anni che si mobilitano vagando per l’Italia per chiedere verità sulla morte del loro figlio.

Gli ultimi sviluppi sul caso Regeni sono controversi: dall’iscrizione nel registro degli indagati di 7 agenti dei servizi segreti del Cairo alla convocazione dell’ambasciatore egiziano Hisham Badr da parte del ministro degli esteri Enzo Moavero Milanesi per accelerare le indagini, fino alla condanna a due anni di carcere di Amal Fathy, moglie del consulente legale della famiglia Regeni in Egitto, Mohammed Lotfy, che secondo la famiglia del ricercatore è stata condannata (dopo aver già scontato 7 mesi di prigione nel 2018) per un motivo ben preciso: “Amal non è colpevole di nulla ma paga il coraggio e la determinazione del nostro legal team egiziano nel chiedere al nostro fianco e gratuitamente verità per Giulio“.

Giulio Regeni: sua madre scrive per lui un messaggio di auguri

La vignetta dedicata a Giulio Regeni del fumettista Mauro Biani. Foto: Mauro Biani Twitter

TUTTI GLI ARTICOLI SU GIULIO REGENI

Il suo ricordo

In tanti oggi hanno ricordato Giulio Regeni: giornalisti, intellettuali, attori. Anche Stefano Accorsi ha scritto un tweet dedicato al ricercatore italiano, augurandogli che quest’anno ci sia una svolta e che venga una volta per tutte stabilita la verità: “Buon compleanno Giulio.

Con la speranza che il 2019 porti finalmente la verità“. A parte i personaggi di rilievo, in tantissimi hanno dedicato qualche parola per il ricercatore italiano, segno che comunque la società civile non ha dimenticato la sua terribile uccisione.