Attentato alla Pizzeria Sorbillo: il video che incastra l'attentatore

Una telecamera collocata sopra l’insegna della Pizzeria Sorbillo mostra l’attentatore nell’atto di piazzare l’ordigno che ha distrutto l’ingresso della storica pizzeria di Napoli e poi fuggire velocemente. Il video è stato diffuso su Facebook e le immagini sono state acquisite dalla Questura di Napoli.

Il video che inchioda l’attentatore

Nel video, l’attentatore della Pizzeria Sorbillo ha le sembianze di un uomo magro ed esile. Secondo quanto riporta Il Mattino, potrebbe trattarsi anche di un minorenne. Come riportato dal giornale, nelle immagini precedenti l’arrivo dell’attentatore che piazza la bomba si vede uno scooter passare più volte davanti al locale, forse per verificare che nei pressi di Via Tribunali, dove si trova la pizzeria, non ci sia nessuno.

Attentato Pizzeria Sorbillo: l'uomo che ha pizzato la bomba ripreso in un video

Il titolare della pizzeria, Gino Sorbillo.

Sembrerebbe che proprio dal motorino l’attentatore sia sceso per posizionare l’ordigno davanti l’ingresso della pizzeria. Nel video, si vede chiaramente come l’attentatore con il volto coperto molto probabilmente da un passamontagna appena posata la bomba davanti l’ingresso fugge via velocemente. Quello che appare dopo nelle immagini è stato raccontato in questi giorni. Un lampo, le due telecamere esterne si spengono e rimane invece accesa quella interna al locale che mostra la porta d’ingresso sconquassata e il fumo e la polvere avvolgere il locale.

Il video in cui l’attentatore piazza la bomba è stato condiviso su Facebook dal Consigliere della Regione Campania Francesco Emilio Borrelli.

Sulle immagini è a lavoro la Questura di Napoli

Sulle immagini dei filmati ripresi dai sistemi di videosorveglianza della Pizzeria Sorbillo sono a lavoro la Polizia scientifica e la Squadra mobile della Questura di Napoli. In ogni caso, oltre ai video della pizzeria gli inquirenti si stanno servendo anche delle immagini catturate da altri sistemi di videosorveglianza situati nei pressi della pizzeria.

La bomba non ha provocato feriti, dentro la pizzeria c’era anche un vigilante che per fortuna non ha subito ferite.

Il locale era infatti chiuso per lavori quando è stato oggetto di questo attentato, con ogni probabilità di stampo mafioso, come si potrebbe intendere anche dalle dichiarazioni rilasciate dal titolare Gino Sorbillo all’Ansa. Dopo che già 5 anni fa aveva visto il suo locale colpito da un incendio doloso, il titolare della Pizzeria Sorbillo ha dichiarato: “È un attacco alla rinascita di Napoli, alla legalità“.