Condannati gli aggressori di Bettarini

Milano, sono stati condannati i quattro imputati per l’aggressione a Niccolò Bettarini, figlio di Stefano Bettarini e Simona Ventura. Il ragazzo era stato aggredito con 9 coltellate lo scorso luglio di fronte alla discoteca Old Fashion.

Condannati gli aggressori di Niccolò Bettarini

Il gup di Milano, Guido Salvini, si è espresso poco fa in merito all’aggressione al giovane Niccolò Bettarini. I quattro ragazzi, accusati di aver aggredito il giovane, Davide Caddeo, 29 anni, Alessandro Ferzoco, 24, Andi Arapi, 29, Albano Jakey, 24,sono stati condannati a pene comprese tra i 5 e i 9 anni di carcere a seguito del processo con rito abbreviato.

La condanna ha qualche anno in meno rispetto alla pena richiesta dal pm Elio Ramondini. Non c’é stato risarcimento, secondo quanto riferito, la famiglia lo avrebbe rifiutato.

Niccolò Bettarini era stato aggredito a fine serata di fronte alla discoteca Old Fashion che era solito frequentare

Niccolò Bettarini era stato aggredito a fine serata di fronte alla discoteca Old Fashion che era solito frequentare

9 anni sono stati dati a Davide Caddeo, riconosciuto dal pm Elio Ramondini come l’esecutore materiale delle coltellate. Per gli altri 3 le pene inflitte sono più basse, ritratta di 6 anni e 6 mesi ad Albano Jackey, 5 anni e 6 mesi ad Alessandro Ferzoco e 5 anni per Anni Arapi che, essendo incensurato, sconterà la pena agli arresti domiciliari.

Alla parte civile è stata riconosciuta una provvisionale di 200mila euro. Sono state inoltre riconosciute le attenuanti generiche, i quattro hanno agito per futili motivi e discriminatori, avendo loro riconosciuto la vittima.

Tutti gli articoli sul caso di Niccolò Bettarini

L’aggressione e l’arresto dei 4 ragazzi

Era la notte tra il 30 giungo e il 1° luglio scorso, quando un giovane 19enne fu trasportato d’urgenza in ospedale con 9 gravi ferite da arma da taglio.

Successivamente il ragazzo è stato identificato come Niccolò Bettarini. Pochi giorni dopo i 4 aggressori furono individuati, presi in custodia e dopo qualche ora accusati di concorso in tentato omicidio. Nel mentre, il giovane Bettarini è stato più volte operato e i medici sono riusciti a ricostruire il nervo rimasto lesionato, un’operazione perfettamente riuscita, pochi giorni dopo infatti il giovane ha lasciato l’ospedale.

Bettarini il giorno in cui è stato dimesso dall'ospedalea

Bettarini il giorno in cui è stato dimesso dall’ospedalea

Durante il processo uno degli aggressori, Davide Caddeo, ammise di aver colpito il giovane Bettarini con almeno un coltellate.

Lo stesso aggressore ha ammesso in sede di processo di essere stato ubriaco quella sera e di essersi unito alla rissa iniziata perché il ragazzo è stato definito un po’ troppo strafottente.